Vit.c salf im ev

Vit.c salf im ev è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

La Vitamina C SALF o acido l-ascorbico interviene come fattore insostituibile in numerosi processi ossido-riduttivi dell'organismo e la suasomministrazione rappresenta un efficace e fisiologico stimolo per ilmetabolismo cellulare. Infatti l'acido ascorbico influisce sulla respirazione cellulare ed e' un fattore di crescita e di maturazione deglieritrociti, dei leucociti,delle piastrine e possiede quindi proprieta'emopoietiche. La Vitamina C e' essenziale per la formazione dei collageni e del materiale intercellulare e percio' essa contribuisce allo sviluppo delle cartilagini delle ossa e della dentina ed ha azione protettiva sulle pareti dei vasi sanguigni capillari. Possiede azione antitossica negli avvelenamenti da metalli pesanti (piombo, arsenobenzolo,mercurio, bismuto) ed azione antinfettiva verso le tossine di originebatterica (influenza, difterite, tubercolosi, polmonite, pertosse). L'acido ascorbico aumenta cosi' la resistenza generale dell'organismo (forse per una stimolazione surrenalica) e contribuisce all'attivazionedei meccanismi difensivi umorali. La Vitamina C agisce inoltre come antiallergico (dermatiti e febbre da fieno) ed evita gli effetti secondari dei medicinali a base di salicilati e sulfamidici. L'acido ascorbico infine rafforza le difese umorali esaltando i poteri immunitari dell'organismo e favorisce il metabolismo glico-ossidativo muscolare percui trova indicazione nelle astenie e convalescenze.

INDICAZIONI:

Scorbuto, morbo di Barlow (scorbuto infantile), diatesi emorragiche, metrorragie, emottisi, porpora emorragica, emofilia, coadiuvante nellemalattie infettive (polmoniti, difterite, pertosse, influenza, tubercolosi), piorrea alveolare, gengiviti, stomatiti, carie dentali, fratture ossee, intossicazioni da medicamenti (arsenobenzoli, mercuriali, sulfamidici, bismuto, penicillina), gravidanza e allattamento, ulcera gastroduodenale e colite ulcerosa, astenia e convalescenze, morbo di Addison, stati allergici.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Somministrare con cautela a soggetti con iperossaluria.Gravidanza e allattamento: niente da segnalare.

POSOLOGIA:

1 o 2 fiale al giorno, secondo prescrizione medica. Per via intramuscolare, endovenosa o orale.

INTERAZIONI:

Nessuna particolare segnalazione.

EFFETTI INDESIDERATI:

Niente da segnalare.