Tiocolchicoside ang

Tiocolchicoside ang è indicato per il trattamento di:

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:

Altro miorilassante ad azione centrale.

INDICAZIONI:

Esiti spastici di emiparesi, malattia di Parkinson e parkinsonismo damedicamenti, con particolare riguardo alla sindrome neurodislettica, lombo-sciatalgie acute e croniche, nevralgie cervico-brachiali, torcicolli ostinati, sindromi dolorose post-traumatiche e post-operatorie.

CONTROINDICAZIONI:

Paralisi flaccida, ipotonie muscolari. Ipersensibilita' individuale accertata verso i componenti del prodotto e sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico verso tiocolchicoside o verso qualsiasieccipiente del prodotto. Benche' negli studi animali non sia stato osservato un effetto teratogeno se non quando tiocolchicoside e' stato somministrato a dosi molto superiori a quelle raccomandate nella terapia umana (piu' di 10 volte la dose terapeutica) a scopo precauzionale l'impiego del prodotto e' controindicato in corso di gravidanza. Poiche' il farmaco passa nel latte materno, ne e' sconsigliato l'impiego durante l'allattamento.

EFFETTI INDESIDERATI:

A seguito della somministrazione per via intramuscolare sono stati segnalati rari casi di malessere, talora associati o meno ad ipotensionee/o a perdita di conoscenza. stata altresi' raramente riportata la comparsa di uno stato di agitazione o obnubilamento passeggero dopo somministrazione parenterale. La possibile insorgenza di sonnolenza e' molto rara. Sono noti infrequenti casi di rash ed eritemi cutanei. La posologia va opportunamente ridotta in caso di comparsa di effetti collaterali. La posologia va opportunamente ridotta in caso di comparsa di effetti collaterali.

INTERAZIONI:

Nessuna nota.

POSOLOGIA E MODALITA' D'ASSUNZIONE:

2 fiale nelle 24 ore per via intramuscolare o secondo prescrizione medica. Deve essere usata la tecnica aseptica. Aprire le fiale lungo la linea tratteggiata. La soluzione di ogni fiala deve essere introdotta nella siringa e iniettata.