Prostin vr iv inf

Prostin vr iv inf è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

E' una prostaglandina E1 appartenente alla famiglia degli acidi grassiciclici naturali ed e' un derivato dell'acido dihomo-y-linoleico.I suoi effetti principali sono la vasodilatazione, l'inibizione dell'aggregazione piastrinica e la stimolazione della muscolatura liscia intestinale e uterina. Determina una riduzione della pressione arteriosamediante una diminuzione delle resistenze periferiche. La riduzione comporta di riflesso un aumento della gittata e della frequenza cardiacaLa muscolatura liscia del dotto arterioso e' particolarmente sensibileall'alprostadil.

INDICAZIONI:

Terapia, non definitiva, per mantenere aperto il dotto arterioso finoall'intervento chirurgico nei neonati con difetti cardiaci congenitie la cui soppravvivenza dipenda dalla beanza del dotto arterioso.[atresia della polmonare, stenosi della polmonare, atresia della tricuspide, tetralogia di Fallot, interruzione dell'arco aortico, coartazione dell'aorta, stenosi aortica, atresia aortica, atresia mitralica otrasposizione dei grossi vasi con o senza altri difetti.]

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Non impiegare nei neonati affetti da sindrome di insufficienza respiratoria. Cautela con tendenza al sanguinamento.

POSOLOGIA:

Deve essere diluito prima di essere somministrato. Utilizzare medianteinfusione endovenosa continua, utilizzando una grossa vena. In alternativa, tramite catetere inserito nell'arteria ombelicale e posizionatoa livello dell'apertura del dotto. L'infusione dovrebbe iniziare con0,05-0,1mcg/kg/min.

INTERAZIONI:

Nessuna.

EFFETTI INDESIDERATI:

Apnea, ipertermia, convulsioni. Emorragia cerebrale, iperestensione del collo, iperirritabilita', ipotermia, nervosismo, letargia, microcefalia, irrigidimento. Bradicardia, ipotensione, tachicardia, arresto cardiaco, edema, iperemia, blocco cardiaco di 2o grado, shock, spasmo infundibolare del ventricolo destro, fibrillazione ventricolare. Bradipnea, respiro affannoso, ipercapnia, depressione del respiro, difficolta'respiratoria, tachipnea. Diarrea, rigurgito gastrico,iperbilirubinemiaCoagulazione intravasale, anemia, sanguinamento, trombocitopenia, anuria, ematuria, insufficienza renale. E' stata riportata la proliferazione della corticale delle ossa lunghe. Sepsi, peritonite, ipokaliemia,ipoglicemia, iperkaliemia, tachifilassi.