Piperacillina dorom fl

Piperacillina dorom fl è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Antibatterico beta-lattamico, penicillina.

INDICAZIONI:

Infezioni gravi del rene e delle vie genito-urinarie; infezioni acutee croniche delle vie respiratorie; infezioni ginecologiche e della cavita' addominale; infezioni sistemiche e setticemie; infezioni della pelle e dei tessuti molli; profilassi peri-operatoria.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' gia' nota alle penicilline e alle cefalosporine. Ipersensibilita' alla lidocaina (solvente intramuscolare).

POSOLOGIA:

La piperacillina 1 e 2 g puo' essere somministrata sia per via i.m. che per e.v. diretta o in fleboclisi. La fiala di solvente con lidocaina acclusa alla confezione va impiegata solo per somministrazione intramuscolare. Per la somministrazione e.v. diretta o in fleboclisi va impiegato un idoneo solvente. Somministrazione i.m.: orientativamente puo' venire adottato il seguente schema: ADULTI: 1 flacone da 2 g 2 volteal di'. BAMBINI con eta' superiore a 6 anni: 1 flacone da 1 g due volte al di'. BAMBINI con eta' inferiore a 6 anni: 1\2 flacone da 1 g perdue volte al di'. Somministrazione e.v. o per fleboclisi. ADULTI: 150- 300 mg/Kg/die (fino a 24 g nelle 24 ore) suddivisi in piu' somministrazioni secondo la sede e la gravita' dell'infezione. BAMBINI: 100 -300 mg/Kg/die suddivisi in piu' somministrazioni secondo la sede e lagravita' dell'infezione. In caso di insufficienza renale grave e' necessario adeguare le posologie in funzione della clearance della creatinina.

INTERAZIONI:

L'associazione con aminoglicosidi ha evidenziato l'attivita' sinergicasu ceppi di Pseudomonas, Serratia, Klebsiella, Proteus indolo positivo, Providencia e Staphylococcus. L'associazione con cefalosporine puo'risultare sinergica, additiva indifferente o antagonista in funzionedel tipo di cefalosporine e/o del microorganismo saggiato. L'associazione di piperacillina con oxacillina o flucloxacillina ha un effetto sinergico o addittivo. Il vantaggio di tali associazioni e' quello di fornire uno spettro che comprende Gram-positivi, compresi gli stafilococchi produttori di penicillinasi. INTERAZIONI CON PROBENECID. 1 g di probenecid per os aumenta del 30% sia il picco sierico che l'emivita terminale, mentre diminuisce il volume di distribuzione apparente del 20%e la clearance renale del 40%. INTERAZIONI CON I TEST DI LABORATORIO.Come le altre betalattamine, la piperacillina puo' dar luogo a falsi positivi del test di Coombs.

EFFETTI INDESIDERATI:

Poco frequenti nausea e diarrea. E' possibile la comparsa di reazionianafilattoidi da piperacillina ed altri gravi fenomeni allergici comecon le altre penicilline. Eccezionali e di incerto significato le variazioni del tasso delle transaminasi; altrettanto infrequenti anemia, trombocitopenia, porpora, eosinofilia, leucopenia ed agranulocitosi, dinorma reversibili con l'interruzione della terapia e ritenute anche esse espressioni di ipersensibilita'.