Persantin iv

Persantin iv è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

E' dotato di spiccata attivita'antiaggregante piastrinica e quindi an-titrombotica, da attribuirsi da una parte alla azione inibente la fo-sfodiesterasi piastrinica e dall'altra all'azione stimolante la produ-zione di prostaciclina da parte dell'endotelio vasale.

INDICAZIONI:

In tutte le patologie vascolari nel cui meccanismo etiopatogeneticosia rilevante l'aggregazione piastrinica.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Primo trimestre di gravidanza.

POSOLOGIA:

PERSANTIN 25. Insufficienza coronarica accompagnata o no da crisi anginose; coronaropatie: dose iniziale 150-300 mg al di', per via orale; dose di mantenimento: 75-150 mg al di'. Cuore senile e profilassi dell'infarto del miocardio: 2 cicli annuali di 6 settimane con 75 mg al di', per via orale. Cardiopatie, come coadiuvante della terapia digitalica 50-75 mg al di', per via orale, per almeno 4 settimane. Patologia alivello cardiaco, cerebrale e renale, da aumentata aggregabilita' piastrinica: 300-400 mg al di' in dosi refratte. PERSANTIN 75. Patologia alivello cardiaco, cerebrale e renale, da aumentata aggregabilita' piastrinica: 300-400 mg al di' in dosi refratte.PERSANTIN FIALE. Fleboclisi di 5 fiale in 250 ml di soluzione glucosata al 5% in misura di 40-60 gocce al minuto, controllando attentamente i valori pressori. Per particolarita' fisico-chimiche, le fiale possono essere diluite solo consoluzioni glucosate o clorurosodiche.

INTERAZIONI:

L'ASA esercita un potenziamento dell'effetto antiaggregante.

EFFETTI INDESIDERATI:

Cefalea, vertigini, disturbi gastroenterici.