Olux schiuma cut

Olux schiuma cut è indicato per il trattamento di:

DENOMINAZIONE:

OLUX

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Corticosteroidi molto potenti (gruppo IV).

PRINCIPI ATTIVI:

Clobetasolo propionato.

ECCIPIENTI:

Etanolo anidro; acqua depurata; glicole propilenico; alcool cetilico;alcool stearilico; polisorbato 60; acido citrico anidro; potassio citrato; propellente: propano/n-butano/isobutano

INDICAZIONI:

Trattamento di breve durata di dermatosi del cuoio capelluto che rispondono alla terapia steroidea, quali psoriasi, ma che non rispondono inmodo soddisfacente alla terapia con steroidi meno attivi.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' verso il clobetasolo propionato, altri corticosteroidi o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Pazienti affetti da ustioni, rosacea, acne vulgaris, dermatite periorale, prurito perianale e genitale. E' anche controindicato nel trattamento delle lesioni cutanee primarie causate da infezioni di natura virale, fungina o batterica. Non deve essere applicato sul viso.

POSOLOGIA:

E' un corticosteroide topico estremamente potente; pertanto, limitareil trattamento a non piu' di 2 settimane consecutive e non superare ildosaggio di 50 g/settimana. Per una corretta erogazione della schiuma, tenere il contenitore capovolto e premere l'erogatore. Via di somministrazione: per uso cutaneo. Evitare il contatto con occhi, naso e bocca. Non utilizzare il prodotto nelle vicinanze di una fiamma libera. >>Adulti: va applicato alla zona interessata due volte al giorno. Non sono disponibili dati relativi a studi clinici volti alla valutazione dell'efficacia di un'unica applicazione giornaliera. L'applicazione della schiuma deve avvenire in modo che il preparato venga facilmente distribuito senza essere troppo fluido e consenta una facile applicazionedirettamente sulla zona interessata. Capovolgere il contenitore ed erogare un piccolo quantitativo (equivalente a una noce o un cucchiainoda te') direttamente sulle lesioni, o erogare un piccolo quantitativonel tappo del contenitore, su un piattino o su un'altra superficie fresca, facendo attenzione a evitare il contatto con occhi, naso e bocca.Si sconsiglia di erogare il prodotto direttamente sul palmo della mano, poiche' la schiuma si scioglie immediatamente a contatto con la cute calda. Massaggiare delicatamente la zona interessata, fino al completo assorbimento e scomparsa della schiuma. Ripetere l'operazione trattando l'intera zona interessata. Spostare i capelli o i peli dalla zonainteressata, cosi' da procedere all'applicazione su ciascuna zona interessata. >>Bambini e negli adolescenti: poiche' non sono disponibilidati relativi all'uso del farmaco nei bambini e negli adolescenti, l'utilizzo in tali pazienti non e' raccomandato.

CONSERVAZIONE:

Non conservare a temperatura superiore ai 25 gradi C. Non refrigerare.Conservare in posizione verticale. Il contenitore contiene un liquidoinfiammabile sotto pressione. Non utilizzare nelle vicinanze di una fiamma libera. Non esporre a temperatura superiore ai 50 gradi C o allaluce solare diretta. Non forare o bruciare il contenitore, anche se vuoto.

AVVERTENZE:

Il trattamento topico prolungato e continuo deve essere evitato, in quanto puo' facilmente determinare una soppressione surrenalica anche inassenza di bendaggio occlusivo. Alla scomparsa delle lesioni, o dopoun periodo di trattamento non superiore a due settimane, passare allaterapia intermittente o prendere in considerazione l'eventualita' della sostituzione con uno steroide meno potente. In caso di utilizzo intermittente cronico, si consiglia di verificare periodicamente la funzionalita' dell'asse ipotalamo-pituitario-surrenale (HPA). Possono insorgere infezioni secondarie, e cio' rende necessaria la sospensione del trattamento corticosteroideo topico e la somministrazione di antimicrobici adeguati. Particolare prudenza e' richiesta nei pazienti con disfunzione epatica comprovata. I corticosteroidi topici possono rivelarsirischiosi, in quanto si possono determinare recidive a seguito dell'insorgenza di fenomeni di tolleranza. I pazienti possono inoltre essereesposti al rischio di sviluppare psoriasi pustolosa generalizzata e tossicita' locale o sistemica dovuta all'alterazione della funzione di barriera della cute. E' pertanto importante un attento controllo del paziente. Non deve essere usato con bendaggi occlusivi. Nella letteratura sono stati riferiti casi di formazione di cataratta in pazienti sottoposti a trattamento prolungato con corticosteroidi. Benche' non sia possibile escludere come fattore causale i corticosteroidi sistemici, chi prescrive il trattamento deve essere a conoscenza del possibile ruolo dei corticosteroidi nella formazione di cataratta. Il medicinale contiene glicole propilenico, che puo' causare irritazione cutanea. Contiene inoltre alcool cetilico e alcool stearilico, che possono causarereazioni cutanee locali (ad es. dermatite da contatto). Non essendo disponibili dati relativi all'uso del farmaco nei bambini e negli adolescenti, l'utilizzo in tali pazienti non e' raccomandato.

INTERAZIONI:

Non sono stati effettuati studi d'interazione.

EFFETTI INDESIDERATI:

Le reazioni avverse piu' comuni associate all'utilizzo delle formulazioni a base di clobetasolo propionato sotto forma di schiuma cutanea osservate negli studi clinici sono reazioni al sito d'applicazione, tracui bruciore (5%) e altre reazioni non specificate (2%). Molto comuni(>10%), comuni (1-10%), non comuni (0,1-1%), rare (0,01-0,1%) e moltorare (