Norfloxacina jet

Norfloxacina jet è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Antibatterici chinolonici e chinossaline, fluorochinoloni.

INDICAZIONI:

E' indicato per il trattamento delle infezioni delle alte e basse vieurinarie (cistite, pielite, cistopielite, pielonefrite), causate da batteri sensibili alla norfloxacina. Con dosi normali di norfloxacina sono state trattate con successo infezioni causate da microrganismi patogeni pluriresistenti.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' al principio attivo o ad altri agenti antibatterici chinolonici chimicamente correlati o ad uno qualsiasi degli eccipienti.La sicurezza e l'efficacia nei bambini non sono state verificate, percio' non deve essere somministrato a bambini prima dell'eta' puberaleo nei ragazzi con incompleto sviluppo scheletrico. Come con altri acidi organici, non deve essere usato in soggetti con storia di convulsioni o fattori noti predisponenti ad attacchi epilettici. Precedenti tendinopatie con fluorochinolonici.

POSOLOGIA:

Il dosaggio normale negli adulti e' di 400 mg due volte al giorno. Perevitare i rischi di una ricaduta si consiglia di protrarre la terapiaper almeno 7 - 10 giorni. La sensibilita' degli agenti patogeni al farmaco deve essere testata, ma la terapia puo' essere iniziata prima diottenere i risultati di questi tests. Le capsule vanno assunte un'oraprima o due ore dopo i pasti con un bicchiere d'acqua.

INTERAZIONI:

La contemporanea somministrazione di probenecid non altera le concentrazioni sieriche di Norfloxacina Jet generici, ma l'escrezione urinariadi questo farmaco diminuisce. Come con altri acidi organici ad attivita' antibatterica, si e' dimostrato in vitro antagonismo fra Norfloxacina Jet generici e nitrofurantoina. Sono stati riportati livelli plasmatici elevati di teofillina con l'uso concomitante di chinolonici. Sisono avute, raramente, segnalazioni di effetti collaterali correlati alla teofillina in pazienti in terapia concomitante con norfloxacina eteofillina. Di conseguenza si deve considerare il monitoraggio dei livelli plasmatici di teofillina e, se necessario, un aggiustamento del dosaggio. Sono stati riportati livelli serici elevati di ciclosporina con l'uso concomitante di norfloxacina. Quando questi farmaci vengono usati in concomitanza, quindi, si devono monitorizzare i livelli sericidi ciclosporina ed aggiustarne appropriatamente il dosaggio. I chinolonici, inclusa la norfloxacina, possono aumentare gli effetti del warfarin, anticoagulante orale, e dei suoi derivati. Quando questi prodotti vengono somministrati in concomitanza con chinolonici, si devono attentamente controllare il tempo di protrombina o altri esami della coagulazione disponibili. Preparati polivitaminici, prodotti contenenti ferro o zinco, antiacidi o sucralfato non devono essere somministrati contemporaneamente e nelle 2 ore successive alla somministrazione dellanorfloxacina, in quanto possono interferire sull'assorbimento, riducendo i livelli serici ed urinari di norfloxacina. Alcuni chinolonici, inclusa la norfloxacina, hanno anche mostrato di interferire con il metabolismo della caffeina. Questo puo' portare ad una riduzione della clearance della caffeina e ad un prolungamento della sua emivita plasmatica. Dati provenienti da studi su animali hanno mostrato che i chinolonici in associazione a fenbufene possono provocare convulsioni; di conseguenza la somministrazione concomitante di chinolonici e fenbufene deve essere evitata.

EFFETTI INDESIDERATI:

L'incidenza degli effetti collaterali correlati al farmaco riportati durante gli studi clinici e' stata complessivamente di circa il 3%. I piu' comuni sono stati i disturbi gastrointestinali, neuropsichiatricie reazioni cutanee; questi includono in ordine di frequenza: nausea,cefalea, vertigini, stanchezza, rash, dolori addominali, dispepsia, sonnolenza, depressione, insonnia, stipsi, flatulenza, gastralgia. Con minor frequenza sono stati segnalati: anoressia, secchezza delle fauci,diarrea, febbre, vomito, eritema, ansieta', agitazione, irritabilita', euforia, disorientamento, allucinazioni, ronzii, epifora. Con farmaci di questa classe sono stati riportati disturbi della visione (inclusa la diplopia) e dell'udito (ronzii ed ipoacusia), alterazioni del gusto. Raramente sono state riportate convulsioni in pazienti senza precedenti anamnestici di convulsioni, che assumevano norfloxacina; comunque una sicura correlazione causale con Norfloxacina Jet non e' stata fino ad oggi dimostrata. Sono stati osservati, inoltre, effetti collaterali nei valori di laboratorio quali: eosinofilia, aumento delle transaminasi e della fosfatasi alcalina, leucopenia, neutropenia, trombocitopenia; piu' raramente aumento dell'azotemia e della creatininemia e diminuzione dell'ematocrito. I seguenti effetti collaterali addizionalisono stati riportati in seguito all'entrata in commercio del farmaco:reazioni di ipersensibilita', incluse anafilassi, nefrite interstiziale, angioedema, vasculite, orticaria, artrite, mialgia e artralgia; fotosensibilita', sindrome di Stevens-Johnson, necrolisi tossica epidermica, dermatite esfoliativa, eritema multiforme, prurito, colite pseudomembranosa, pancreatite (rara), confusione mentale. Con l'uso del prodotto sono possibili reazioni anafilattoidi gravi (edema della lingua, edema della glottide, dispnea, ipotensione arteriosa fino allo shock pericoloso).