Nerisona crema idrof

Nerisona crema idrof è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Corticosteroidi attivi (gruppo III)

INDICAZIONI:

Dermatite ed eczema da contatto, eczema professionale, eczema volgare,eczema nummulare (microbico), eczema varicoso (comunque non direttamente sull'ulcera), eczema anale, eczema infantile, neurodermite, ustioni di primo grado, eritema solare, punture d'insetti, eritematode discoide cronico, psoriasi, lichen ruber planus e verrucosus.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Il Nerisona crema idrofoba e' controindicato in presenza, nella zona da trattare, di processi tubercolari e luetici e di virosi (pustole vacciniche, vaiolo e varicella). Nelle donne in stato di gravidanza il prodotto non deve essere usato se non in caso di effettiva necessita' esotto il diretto controllo del medico.

POSOLOGIA:

CREMA: Per il suo particolare eccipiente (base grassa contenente una modica percentuale d'acqua) il Nerisona crema idrofoba ha possibilita'di impiego molto ampie, che vanno dalle affezioni cutanee non eccessivamente secernenti a quelle non particolarmente secche. Il preparato assicura alla cute un appropriato apporto lipidico, senza bloccare la traspirazione e gli scambi di calore. Salvo diversa prescrizione medica,iniziare il trattamento spalmando il preparato in strato sottile 2-3volte al giorno. Non appena il quadro clinico sara' migliorato e' sufficiente una sola applicazione giornaliera. Lattanti e bambini di eta'inferiore a 4 anni dovrebbero essere trattati per periodi di tempo nonsuperiori a 3 settimane, specie in caso di applicazione su regioni coperte da pannolini. In caso di lesioni estese e' opportuno trattare successivamente una alla volta, aree parziali. In casi particolari resistenti alla terapia il medico puo' prescrivere un trattamento sotto bendaggio occlusivo. La zona cutanea malata trattata col preparato verra'ricoperta da una pellicola di materiale impermeabile che va fissata alla cute sana circostante. La durata dell'occlusione sara' fissata dalmedico, ma non deve essere superiore alle 24 ore. Il bendaggio occlusivo puo' essere eventualmente ripetuto piu' volte. Se nel corso del trattamento dovessero comparire processi infettivi sara' necessario nonpraticare bendaggi occlusivi per qualche tempo. UNGUENTO: Per la sua base completamente grassa il Nerisona unguento e' particolarmente indicato nelle forme secche e negli stadi cronici nei quali si richiede l'uso di preparazioni anidre. Il Nerisona unguento mantiene l'umidita' della cute e per tale ragione ammorbidisce lo strato corneo ispessito efacilita la penetrazione del principio attivo. Salvo diversa prescrizione medica, iniziare il trattamento spalmando il preparato in strato sottile 2-3 volte al giorno. Non appena il quadro clinico sara' migliorato e' sufficiente una sola applicazione giornaliera. Lattanti e bambini di eta' inferiore a 4 anni dovrebbero essere trattati per periodi di tempo non superiori a 3 settimane, specie in caso di applicazione suregioni coperte da pannolini. In caso di lesioni estese e' opportunotrattare successivamente una alla volta, aree parziali. La base dell'unguento esercita un effetto occlusivo e percio' non rende necessario,in linea generale, questo tipo di medicazione. In casi particolari resistenti alla terapia il medico puo' prescrivere un trattamento sotto bendaggio occlusivo. La zona cutanea malata trattata col preparato verra' ricoperta da una pellicola di materiale impermeabile fissata alla cute sana circostante. La durata dell'occlusione sara' stabilita dal medico, ma non deve essere superiore alle 24 ore. Il bendaggio occlusivopuo' essere eventualmente ripetuto piu' volte. Se nel corso del trattamento dovessero comparire processi infettivi sara' necessario non praticare bendaggi occlusivi per qualche tempo. SOLUZIONE: Salvo diversaprescrizione medica, applicare Nerisona soluzione cutanea inizialmentedue volte al giorno sulla zona da trattare e massaggiare lievemente.Non appena il quadro clinico sara' migliorato, e' sufficiente una solaapplicazione al giorno. Lattanti e bambini di eta' inferiore a 4 anninon dovrebbero essere trattati per periodi superiori a 3 settimane, specie nelle zone coperte da pannolini. In caso di lesioni estese e' opportuno trattare successivamente, una alla volta, aree parziali.

INTERAZIONI:

Nessuna.

EFFETTI INDESIDERATI:

Data la scarsa attitudine del principio attivo ad essere assorbito e'assai improbabile, nelle normali condizioni di impiego, assistere allacomparsa di manifestazioni cliniche legate ad attivita sistemica delcortisonico. Nel corso del trattamento con Nerisona crema idrofoba diestese aree cutanee (circa il 10% e piu' della superficie corporea) e/o dell'impiego prolungato (oltre le 4 settimane) specie sotto bendaggio occlusivo (la cui applicazione sara' fissata dal medico in tempo nonsuperiore a 1 giorno onde evitare possibili disturbi della omeostasi)non puo' essere esclusa, come per gli altri cortisonici, la comparsadelle seguenti reazioni concomitanti: atrofie cutanee, ipopigmentazione, teleangectasie, strie, manifestazioni acneiformi e sintomi sistemici da riassorbimento di corticoide.