Muscoril im

Muscoril im è indicato per il trattamento di:

DENOMINAZIONE:

MUSCORIL

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Tiocolchicoside

PRINCIPI ATTIVI:

MuscoRil 4 mg capsule rigide : Ogni capsula contiene: Principio attivo: tiocolchicoside 4 mg MuscoRil 4 mg/2ml soluzione iniettabile per usointramuscolare : Ogni fiala contiene: Principio attivo: tiocolchicoside 4 mg Per l'elenco completo degli eccipienti vedere paragrafo 6.1

ECCIPIENTI:

MuscoRil 4 mg capsule rigide lattosio, amido, magnesio stearato, gelatina (eccipiente dell'involucro). MuscoRil 4 mg/2 ml soluzione iniettabile per uso intramuscolare sodio cloruro, acido cloridrico 1M q.b. a pH = 6,0, acqua p.p.i. q.b. a 2 ml

INDICAZIONI:

Esiti spastici di emiparesi, malattia di Parkinson e parkinsonismo damedicamenti, con particolare riguardo alla sindrome neurodislettica. Lombo-sciatalgie acute e croniche, nevralgie cervico-brachiali, torcicolli ostinati, sindromi dolorose post-traumatiche e post-operatorie.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Paralisi flaccida, ipotonie muscolari. Ipersensibilita' nota a tiocolchicoside o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Gravidanza e allattamento (vedere paragrafo 4.6).

POSOLOGIA:

Per via orale: 2 capsule dopo i pasti principali (es 2 capsule a pranzo e 2 capsule a cena) o secondo diversa prescrizione medica. Per via intramuscolare: 2 fiale nelle 24 ore o secondo diversa prescrizione medica. Non si consiglia l'uso di tiocolchicoside nei bambini al di sottodi 15 anni.

CONSERVAZIONE:

MuscoRil 4 mg capsule rigide Conservare a temperatura non superiore a30.C.

AVVERTENZE:

La posologia va opportunamente ridotta in caso di comparsa di diarreaa seguito di somministrazione orale. Tiocolchicoside puo' far precipitare crisi epilettiche in pazienti con epilessia o in quelli a rischiodi convulsioni. Occorre monitorare il paziente a causa di episodi di sincope vasovagale dopo somministrazione per via intramuscolare (vedi paragrafo 4.8 Effetti indesiderati) Le capsule contengono lattosio nonsono quindi adatte per i soggetti con deficit di lattasi, galattosemiao sindrome da malassorbimento di glucosio/galattosio.

INTERAZIONI:

Non sono stati effettuati studi di interazione.

EFFETTI INDESIDERATI:

Disturbi del sistema immunitario : Rari: angioedema. Molto rari: reazioni anafilattiche quali prurito, orticaria, ipotensione e shock anafilattico dopo somministrazione intramuscolare. Patologie del sistema nervoso : Rari: agitazione e obnubilamento passeggero, malessere associato o meno a sincope vasovagale nei minuti successivi a somministrazioneintramuscolare. Molto rari: sonnolenza (vedere 4.7). Patologie gastrointestinali : Rari: diarrea (vedere paragrafo 4.4), gastralgia, nausea, vomito e pirosi dopo somministrazione orale. Patologie della cute edel tessuto sottocutaneo : Rari: reazioni cutanee allergiche.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:

Studi condotti nell'animale hanno evidenziato una tossicita' riproduttiva (vedere paragrafo 5.3). Nell'uomo non esistono dati relativi all'uso di tiocolchicoside durante la gravidanza. Pertanto non sono noti irischi potenziali a livello di embrione e feto. In relazione a cio' tiocolchicoside e' controindicato in gravidanza (vedere 4.3 ). Poiche' il farmaco passa nel latte materno, l'impiego durante l'allattamento e'controindicato.