Mecloderm f crema

Mecloderm f crema è indicato per il trattamento di:

DENOMINAZIONE:

MECLODERM F 1% + 0,025%

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Corticosteroidi, associazioni con antibiotici.

PRINCIPI ATTIVI:

100 g di crema contengono: meclociclina solfosalicilato anidra 1,457 g(pari a meclociclina base 1 g), fluocinolone acetonide 0,025 g.

ECCIPIENTI:

Estere poliglicolico di acidi grassi, glicole propilenico, sodio metabisolfito, metile p-idrossibenzoato, propile p-idrossibenzoato, profumo, acqua depurata.

INDICAZIONI:

Terapia delle dermatiti sostenute da germi sensibili alla tetraciclinae caratterizzate da aumentata reattivita' dei tessuti cutanei. Profilassi dell'infezione secondaria nelle dermatiti allergiche.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Infezioni virali o tubercolari locali. Soggetti con ipersensibilita' individuale gia' nota verso i componenti. La terapia occlusiva e' controindicata in soggetti con dermatite atopica.

POSOLOGIA:

Accompagnare l'applicazione della crema sulla zona cutanea da trattarecon un lieve massaggio. Il trattamento puo' essere effettuato 1-2 volte al giorno avendo cura di ricoprire la parte con uno strato di crema. L'applicazione puo' essere o meno accompagnata da un bendaggio occlusivo. Se si adotta la tecnica del bendaggio occlusivo, poiche' essa puo' favorire l'assorbimento dei componenti con conseguente possibile comparsa di effetti sistemici, e' consigliabile, nei casi di lesioni estese, trattare una parte per volta; in tal modo possono anche evitarsieventuali alterazioni della omeostasi termica che si manifestano con un aumento della temperatura corporea richiedente, ove si verifichi, l'interruzione del trattamento. Le pellicole di plastica sono infiammabili e possono provocare fenomeni individuali di sensibilizzazione che rendono necessaria la sostituzione del materiale adoperato.

CONSERVAZIONE:

Nessuna.

AVVERTENZE:

L'impiego, specie se prolungato, di prodotti per uso topico puo' dareluogo a fenomeni di sensibilizzazione. Detto impiego, soprattutto se in alte dosi, deve essere evitato nei processi infettivi dovuti ad ustioni estese, ad ulcere atrofiche e nelle altre condizioni che possono favorire l'assorbimento del corticosteroide e dell'antibiotico. Il prodotto non e' per uso oftalmico. Tenere il medicinale fuori dalla portata dei bambini. Non sono indicate particolari precauzioni per l'uso delfarmaco.

INTERAZIONI:

Non sono stati sino ad ora segnalati effetti di interazione tra il prodotto ed altri farmaci.

EFFETTI INDESIDERATI:

Gli effetti indesiderati sono estremamente improbabili a causa dei bassi dosaggi impiegati. La loro comparsa, tuttavia, puo' essere favoritadalla terapia occlusiva o quando vengono trattate zone cutanee estesecon dosi elevate e per periodi di tempo prolungati. Si tratta, in questi casi, dei disturbi classici della cortico- e dell'antibiotico-terapia in forma lieve e reversibile. Localmente possono manifestarsi, talora, senso di bruciore, irritazione, secchezza della cute, follicoliti, eruzioni acneiche, ipertricosi, iperpigmentazione, atrofia cutanea.La comparsa eventuale delle reazioni sopra citate richiede l'interruzione del trattamento e, ove del caso, l'istituzione di terapia idonea.Altrettanto dicasi in caso di sviluppo di microrganismi non sensibili,compresi i funghi, condizione che puo' determinarsi a seguito dell'impiego prolungato dell'antibiotico.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:

Nelle donne in stato di gravidanza il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessita' sotto il diretto controllo del medico.