Losalen soluz cut

Losalen soluz cut è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

CORTICOSTEROIDI, ALTRE ASSOCIAZIONI.

INDICAZIONI:

E' stato messo a punto per lo specifico trattamento di lesioni infiammatorie, infette ed iperplastiche croniche localizzate al cuoio capelluto. Inoltre, e' particolarmente indicato per la cura di dermatosi acute o croniche corticoido-rispondenti e di micosi superficiali localizzate al viso, alle mani, ai piedi e nelle sedi cosiddette intertriginose. Le principali indicazioni sono: eczemi e dermatiti eczematoidi, subacuti e cronici; dermatiti seborroiche; psoriasi volgare; dermatomicosicroniche superficiali; seborrea secca del cuoio capelluto; alopecia areata; lichen piano e lichen verrucoso; eritematode fisso o discoide;pustolosi palmo-plantare.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Tubercolosi cutanea, infezioni cutanee luetiche, infezioni virali cutanee recenti. Ipersensibilita' verso i componenti del preparato. Nelledonne in stato di gravidanza il prodotto va somministrato nei casi dieffettiva necessita', sotto il diretto controllo del medico, escludendo dal trattamento quelle dermatosi che interessano una superficie cutanea molto estesa, poiche' l'assorbimento transcutaneo di acido salicilico e di corticosteroide potrebbe dare origine ad effetti sistemici. Il preparato non e' adatto per il trattamento di manifestazioni cutaneedei lattanti e, in genere, nella prima infanzia.

POSOLOGIA:

Applicare alcune gocce di soluzione cutanea sulle lesioni, in genere 3volte al giorno, frizionando leggermente.

INTERAZIONI:

Non sono stati sino ad ora segnalati effetti secondari dovuti ad interazione o ad incompatibilita' tra Losalen e altri farmaci.

EFFETTI INDESIDERATI:

Gli effetti collaterali sistemici dei preparati corticosteroidei per uso topico sono estremamente improbabili a causa dei bassi dosaggi impiegati. La loro comparsa, tuttavia, puo' essere favorita dalla terapiaocclusiva o quando vengano trattate zone cutanee estese con dosi elevate o per periodi di tempo prolungati. Si tratta, in questi casi, dei disturbi classici della corticoterapia, in forma lieve e reversibile. Localmente possono manifestarsi, talora, senso di bruciore, irritazione, secchezza della cute, follicoliti, eruzioni acneiche, ipertricosi, iperpigmentazione o ipopigmentazione, atrofia cutanea. L'eventuale comparsa delle reazioni sopra accennate richiede l'interruzione del trattamento e, quando necessario, l'istituzione di terapia idonea. Se si somministra in presenza di gravi infezioni cutanee, istituire una adeguata terapia antibatterica o antifungina e, in caso di insuccesso di questa, interrompere il trattamento corticosteroideo. L'impiego, specie seprolungato, dei prodotti per uso topico, puo' dare origine a fenomenidi sensibilizzazione. E' controindicato nelle fasi acute essudative ein quelle subacute con tendenza all'essudazione. Non va applicato sulle mucose, ne' deve venire a contatto con la congiuntiva. In pazienticon grave insufficienza renale il prodotto va somministrato solo nei casi di effettiva necessita', sotto il diretto controllo del medico, escludendo dal trattamento quelle dermatosi che interessano una superficie cutanea molto estesa, poiche' l'assorbimento transcutaneo di acidosalicilico e di corticosteroide potrebbe dare origine ad effetti sistemici.