Isocef os grat sosp

Isocef os grat sosp è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Antibiotico cefalosporinico semisintetico ad ampio spettro.

INDICAZIONI:

Trattamento delle infezioni dovute a patogeni sensibili, in particolare: Infezioni delle vie respiratorie superiori: faringite, tonsillite,sinusite, otite media. Infezioni delle basse vie respiratorie: bronchite, polmonite, broncopolmonite. Infezioni delle vie urinarie: pielite acuta e cronica, cistopielite, cistite, uretrite. Come farmaco di seconda scelta nell'uretrite acuta non complicata gonococcica.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Precedenti di reazioni allergiche a qualsiasi cefalosporina cosi' comead ogni eccipiente usato per la fabbricazione, rappresentano una controindicazione. Generalmente controindicato in gravidanza.

POSOLOGIA:

ADULTI: Infezioni delle basse vie respiratorie: polmonite: 200 mg duevolte/die; bronchite: 400 mg una volta/die. Infezioni delle vie respiratorie superiori: 400 mg una volta/die. Infezioni delle vie urinarie:400 mg una volta/die. BAMBINI: Infezioni delle basse vie respiratorienon complicate: 9,0 mg/kg una volta/die. Infezioni delle vie respiratorie superiori(per es. otite media): 9,0 mg/kg una volta /die. Infezioni delle vie urinarie: 9,0 mg/kg una volta/die. Per un migliore assorbinento, si raccomanda l'assunzione del prodotto lontano dai pasti (prima della colazione e/o all'ora di coricarsi).

INTERAZIONI:

Ad oggi non sono state riportate significative interazioni con altri farmaci. Non sono state osservate interazioni chimiche o con tests di laboratorio. E' stato riportato con l'uso di altre cefalosporine un falso positivo nel test di Coombs diretto. Tuttavia, i risultati dei tests in cui venivano utilizzati eritrociti di volontari sani al fine di valutare la capacita' di Isocef nel provocare reazioni "in vitro" nel test di Coombs diretto, non hanno evidenziato reazioni positive anche fino a concentrazioni di 40 mg/ml. Un pasto abbondante, ricco in lipidi, puo'diminuire o ritardare l'assorbimento del farmaco.

EFFETTI INDESIDERATI:

Gli effetti collaterali piu' frequentemente riportati sono i disturbigastrointestinali, nausea e bruciori gastrici, ed emicrania. Effetti collaterali riportati meno frequentemente comprendono diarrea/feci molli, dispepsia, vomito, dolore addominale, flatulenza, anoressia, orticaria, rash cutanei, prurito. Riportati raramente: stipsi, vertigini, visione anormale, alterazioni del gusto, tinnito, rossore, epistassi, sonnolenza, malessere, fatica e dolori diffusi; Molto raramente: si e' osservata diarrea da moderata a grave, associata alla crescita di Clostridium difficile, e eruzioni cutanee a tipo eritema multiforme, sindrome di Stevens - Johnson, necrolisi esantematica. La maggior parte degli effetti collaterali e' di natura transitoria, scompare dopo l'interruzione della terapia e risponde al trattamento sintomatico. Raramentesono riportati anormalita' di laboratorio comprendenti trombocitopenia, neutropenia ed eosinofilia transitorie. Sono riportati raramente anche incrementi transitori di AST (SGOT), ALT (SGPT), dell'azoto ureicoe dei valori di creatinina.