Humulin i

Humulin i è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Insuline ed analoghi.

INDICAZIONI:

Trattamento dei pazienti con diabete mellito che richiedono insulina per il mantenimento dell'omeostasi del glucosio. Humulin e' indicato inoltre per il controllo iniziale del diabete mellito e nel diabete mellito in gravidanza.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipoglicemia: Ipersensibilita' ad Humulin o ad uno degli eccipienti della formulazione, a meno che la somministrazione del farmaco non facciaparte di uno schema di desensibilizzazione. In nessun caso qualsiasiformulazione di Humulin, ad eccezione di Humulin R (Regolare), puo' essere somministrata per via endovenosa. Durante la gravidanza, e' essenziale mantenere un buon controllo delle pazienti in trattamento con insulina, sia quelle affette da diabete gestazionale che quelle da diabete mellito insulino-dipendente. Il fabbisogno insulinico generalmentediminuisce nel primo trimestre ed aumenta durante il secondo e terzo trimestre di gravidanza. Le pazienti diabetiche devono informare il loro medico nel caso in cui si trovino in stato di gravidanza o la stianopianificando. Una attenta verifica del controllo del glucosio, cosi'come dello stato generale di salute, e' un requisito essenziale nelledonne in gravidanza che hanno il diabete. Le pazienti diabetiche che stanno allattando possono richiedere un aggiustamento della dose di insulina e/o della dieta.

POSOLOGIA:

Il dosaggio deve essere stabilito dal medico secondo le necessita' delpaziente. Humulin R (Regolare) deve essere somministrato per via sottocutanea e, sebbene non sia raccomandato, puo' essere somministrato anche per via intramuscolare. Humulin R (Regolare) puo' essere somministrato anche per via endovenosa. Le confezioni in flaconcini di HumulinI (Isofano), Humulin Miscele, Humulin L (Lenta) e Humulin U (Ultralenta) e le confezioni in cartucce di Humulin I (Isofano) e Humulin Miscele devono essere somministrate per via sottocutanea ma, sebbene non siaraccomandato, possono essere somministrate anche per via intramuscolare. Tutte queste formulazioni non devono essere somministrate per viaendovenosa. L'iniezione sottocutanea deve essere effettuata nella parte alta delle braccia, delle cosce, delle natiche o dell'addome. La sede di iniezione deve essere ruotata, in modo tale che la stessa sede venga ad essere interessata possibilmente non piu' di una volta al mese.Nell'effettuare l'iniezione di qualsiasi preparazione di insulina Humulin e' necessario assicurarsi che l'ago non penetri in un vaso sanguigno. Dopo l'iniezione, la sede cutanea non deve essere massaggiata. Ipazienti devono essere istruiti ad attuare tecniche di somministrazione appropriate. Humulin I (Isofano), Humulin L (Lenta) ed Humulin U (Ultralenta) possono essere somministrati in associazione con Humulin R (Regolare). Le formulazioni di Humulin 10/90, 20/80, 30/70, 40/60 e 50/50 sono miscele di insulina gia' pronte di Humulin R (Regolare) e Humulin I (Isofano) ideate per evitare al paziente di effettuare egli stesso una miscelazione estemporanea delle due insuline. Lo schema posologico deve essere personalizzato in funzione delle esigenze metabolichedel paziente.

INTERAZIONI:

E' noto che alcune specialita' medicinali interagiscono con il metabolismo del glucosio. Il medico deve tener presente eventuali interazionie chiedere ai pazienti se utilizzano altri farmaci in aggiunta ad insulina umana. Il fabbisogno di insulina puo' essere aumentato da sostanze ad attivita' iperglicemizzante, come glucocorticoidi, ormoni tiroidei, ormone della crescita, danazolo, beta2-simpaticomimetici (cosi' come salbutamolo, terbutalina, ritodrina) e tiazidi. Il fabbisogno di insulina puo' essere diminuito in presenza di sostanze ad attivita' ipoglicemizzante come ipoglicemizzanti orali, salicilati (come ad esempiol'acido acetilsalicilico), alcuni antidepressivi (inibitori della monoaminossidasi), alcuni inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (captopril, enalapril), agenti beta-bloccanti non selettivi e l'alcool. Gli analoghi della somatostatina (octreotide, lanreotide) possono sia ridurre che aumentare il fabbisogno di insulina.

EFFETTI INDESIDERATI:

L'ipoglicemia e' il piu' frequente effetto indesiderato della terapiainsulinica a cui il paziente con diabete puo' andare incontro. L'ipoglicemia grave puo' condurre ad una perdita di conoscenza e, in casi estremi, alla morte. Un'allergia locale si verifica nei pazienti nella sede dell'iniezione di insulina sotto forma di arrossamento, edema e prurito. Questa manifestazione scompare generalmente dopo alcuni giorni odopo qualche settimana. In alcuni casi, questa manifestazione puo' essere imputabile a fattori diversi dall'insulina, come sostanze irritanti presenti nel prodotto usato per disinfettare la cute o una tecnicanon corretta di esecuzione dell'iniezione. L'allergia sistemica, menocomune ma potenzialmente piu' grave, e' una allergia generalizzata all'insulina. Essa puo' causare un'eruzione cutanea su tutto il corpo, dispnea, respiro corto, diminuzione della pressione sanguigna, polso accelerato, sudorazione. I casi gravi di allergia generalizzata possono mettere in pericolo la vita del paziente. Nell'evenienza, rara, di un'allergia grave ad Humulin, e' richiesto un trattamento immediato. Puo'essere necessario un cambiamento del tipo di insulina od un trattamento di desensibilizzazione. Puo' verificarsi lipodistrofia nel luogo oveviene effettuata l'iniezione.