Epargriseovit ad im ev

Epargriseovit ad im ev è indicato per il trattamento di:

DENOMINAZIONE:

EPARGRISEOVIT

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Associazioni di vitamine.

PRINCIPI ATTIVI:

Bambini. Fiala I (rossa): cianocobalamina 1250 mcg; acido folico 0,35mg; nicotinamide 6 mg. Fiala II (incolore): acido ascorbico 75 mg. Adulti. Fiala I (rossa): cianocobalamina 2500 mcg; acido folico 0,70 mg;nicotinamide 12 mg. Fiala II (incolore): acido ascorbico 150 mg.

ECCIPIENTI:

Bambini. Fiala I (rossa): sodio tartrato; sodio idrossido; acqua per preparazioni iniettabili. Fiala II (incolore): sodio idrosolfito; sodiobicarbonato; acqua per preparazioni iniettabili. Adulti. Fiala I (rossa): sodio tartrato; sodio idrossido; acqua per preparazioni iniettabili. Fiala II (incolore): sodio idrosolfito; sodio bicarbonato; acqua per preparazioni iniettabili.

INDICAZIONI:

Carenze vitaminiche, con particolare riguardo a quelle di vitamina B 12 e acido folico nelle gravi forme di deperimento organico, di iponutrizione conseguenti a malattie defedanti in tutti i casi in cui si renda necessaria la somministrazione parenterale di tali componenti. Coadiuvante negli stati di anemia, sensibili alla vitamina B 12 e all'acidofolico.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' nota verso i componenti del prodotto.

POSOLOGIA:

Adulti. Posologia media: 2-3 dosi alla settimana, a giudizio del medico, si possono somministrare 1 o 2 dosi al giorno. Bambini. 2-3 dosi del medicinale al dosaggio bambini alla settimana, secondo giudizio medico. Il farmaco puo' essere somministrato per via intramuscolare, endovenosa ed in perfusioni venose lente previa diluizione in 250-500 ml disoluzione fisiologica salina o glucosata. Al momento dell'uso aspirare nella stessa siringa il contenuto di entrambe le fiale.

CONSERVAZIONE:

Non conservare al di sopra di 25 gradi C.

AVVERTENZE:

I prodotti contenenti acido folico o derivati, specialmente se contenenti anche vitamina B 12 , non dovrebbero essere somministrati a soggetti anemici se non sulla base di indagini volte a stabili­re la natura esatta dell'anemia esistente. Il trattamento va condotto sotto controllo ematologico. In caso di anemia perniciosa puo' rendersi necessaria un'integrazione della vitamina B 12 . In ogni caso e' necessario verificare se la composizione quantitativa dell'associazione e' adeguata alle singole necessita' terapeutiche. Una somministrazione non mirata del prodotto a soggetti anemici puo' condurre ad errori diagnostici.Il prodotto puo' colorare in rosso le urine. Tale fatto non deve essere considerato un fenomeno anomalo. Il prodotto contiene sodio idrosolfito; tale sostanza puo' provocare in soggetti sensibili e particolarmente negli asmatici reazioni di tipo allergico ed attacchi asmatici gravi.

INTERAZIONI:

Non sono note.

EFFETTI INDESIDERATI:

La somministrazione del preparato, specie per via parenterale, puo' essere seguita da reazioni d'ipersensibilita' per lo piu' generali consistenti in astenia, febbre, ipotensione, tachipnea, eruzioni cutanee, prurito. E' possibile la comparsa di shock anafilattico. Nel punto di iniezione si puo' verificare arrossamento, tumefazione e dolore.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:

Non sono note interferenze negative.