Emtriva os sol

Emtriva os sol è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Appartiene a una classe di medicinali denominati inibitori nucleosidici della transcriptasi inversa (NRTI).

INDICAZIONI:

E' utilizzato per trattare l'infezione da Virus dell'ImmunodeficienzaUmana (HIV) negli adulti e nei bambini e nei neonati di eta' superioreai 4 mesi, e deve essere assunto in combinazione con altri medicinalianti HIV (antiretrovirali). Aiuta a bloccare l'HIV transcriptasi inversa, una sostanza chimica presente nel corpo (enzima) che e' necessario per la moltiplicazione dell'HIV. Puo' abbassare la quantita' di HIVnel sangue (carica virale). Esso puo' anche aiutare ad aumentare il numero delle cellule T chiamate cellule CD4. Questo medicinale non e' una cura per l'infezione da HIV. Durante l'assunzione si potrebbero sviluppare comunque infezioni o altre patologie associate all'infezione daHIV.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Non prendere: in caso di ipersensibilita' (allergia) a entricitabina oad uno degli eccipienti. Fare attenzione soprattutto: non riduce il rischio di trasmissione dell'HIV ad altri attraverso il contatto sessuale o la contaminazione del sangue. Pertanto, e' importante continuare ad adottare le precauzioni appropriate per impedire la trasmissione dell'HIV ad altri. E' raccomandato per l'uso solo in combinazione con altri medicinali anti HIV. La terapia di combinazione per il trattamentodell'HIV non deve includere Emtriva e medicinali che contengono lamivudina e/o zalcitabina (anche usate per trattare l'infezione da HIV), ameno che cio' non sia stato consigliato dal medico. Discutere dell'usocon il medico se si soffre di patologie renali. Il medico puo' prescrivere una dose ridotta di Emtriva soluzione orale o prescrivere Emtriva capsule rigide, se si hanno problemi renali. Se si soffre di patologie renali, il medico terra' sotto controllo la funzione renale. La classe di medicinali a cui appartiene Emtriva (NRTI) puo' causare un disturbo denominato acidosi lattica (eccesso di acido lattico nel sangue),unitamente all'ingrossamento del fegato. Se si verifica l'acidosi lattica, questa si sviluppa di solito dopo alcuni mesi di trattamento. Respiro profondo e rapido, sonnolenza e sintomi non specifici, quali nausea, vomito e mal di stomaco potrebbero essere indicativi dello sviluppo di acidosi lattica. Questo effetto collaterale raro, ma grave, e' risultato occasionalmente fatale. L'acidosi lattica si verifica piu' frequentemente nelle donne, in particolare se in grande sovrappeso. Se si soffre di patologie epatiche, si potrebbe correre un rischio maggiore di sviluppare questo disturbo. Durante il trattamento, il medico terra' sotto stretta osservazione eventuali segnali di sviluppo di acidosi lattica. Si puo' verificare la ridistribuzione, l'accumulo o la perdita di grasso corporeo nei pazienti che ricevono una terapia antiretrovirali di combinazione. In alcuni pazienti con infezione avanzata da HIV (AIDS) e con una storia di infezione opportunistica, subito dopo aver iniziato il trattamento anti-HIV, possono insorgere segni e sintomiinfiammatori di precedenti infezioni. Si ritiene che tali sintomi siano dovuti ad un miglioramento della risposta immunitaria organica, chepermette all'organismo di combattere le infezioni che possono esserestate presenti senza chiari sintomi. Se si nota qualsiasi sintomo di infezione, informarne il medico immediatamente. Comunicare al medico sesi e' sottoposti a trattamento per l'epatite B, perche' la funzionalita' del fegato dovra' essere tenuta sotto stretta osservazione. I pazienti con malattie epatiche o infezione da epatite B o C cronica, trattati con medicinali anti HIV, presentano un rischio superiore alla norma che il fegato non funzioni come dovuto. Se si e' infetti da HIV e daepatite B cronica, non interrompere il trattamento con Emtriva primadi averne parlato con il medico, in quanto alcuni pazienti hanno presentato esami del sangue o sintomi che indicavano un peggioramento dell'epatite dopo l'interruzione del trattamento con Emtriva.

POSOLOGIA:

La dose di Emtriva 10 mg/ml soluzione orale per neonati, bambini e adolescenti che pesano 40 kg o meno e' calcolata sul peso corporeo. Esempi di peso e le corrispondenti dosi e volumi di soluzione orale che devono essere presi sono descritti nella seguente tabella: 5 Kg: dose diemtricitabina 10 mg/ml soluzione orale (mg) 30 mg - volume necessariodi soluzione orale 10 mg/ml (ml) 3 ml. 10 Kg: dose di emtricitabina 10mg/ml soluzione orale (mg) 60 mg - volume necessario di soluzione orale 10 mg/ml (ml) 6 ml. 15 Kg: dose di emtricitabina 10 mg/ml soluzioneorale (mg) 90 mg - volume necessario di soluzione orale 10 mg/ml (ml)9 ml. 20 Kg: 120 mg - 12 ml. 25 Kg: 150 mg - 15 ml. 30 Kg: 180 mg - 18 ml. 35 Kg: 210 mg - 21 ml. 40 Kg: 240 mg - 24 ml.

INTERAZIONI:

Informare il medico o il farmacista se si stanno assumendo, o sono stati recentemente assunti, altri medicinali, anche quelli senza prescrizione. Medicinali contenenti lamivudina e zalcitabina, che sono anche usati per il trattamento dell'infezione da HIV, non devono essere usatiin combinazione con Emtriva, salvo indicazione contraria del medico.

EFFETTI INDESIDERATI:

Gli effetti indesiderati molto comunemente riportati (effetti che si verificano in piu' di un paziente su 10 pazienti trattati) sono: mal ditesta, diarrea, mal di stomaco (nausea) e un aumento della creatinchinasi nel sangue. Se aumenta la creatinchinasi, potrebbe avvertire dolore muscolare e debolezza. Gli effetti indesiderati comunemente riportati (effetti che si verificano in meno di un paziente su 10 pazienti trattati ma in piu' di un paziente su 100 trattati) includono: vertigini, debolezza, difficolta' nel dormire, incubi, senso di nausea (vomito), problemi digestivi con conseguente malessere gastrointestinale dopoi pasti, mal di stomaco, rash (incluse macchie rosse o pustole talvolta con vesciche e rigonfiamento della pelle), che puo' essere una reazione allergica, bruciore, cambiamento del colore della pelle con chiazze scure della pelle, dolore, aumento dei trigliceridi (acidi grassi),aumento della glicemia, bassa conta leucocitaria, anemia (bassa contaeritrocitaria), aumento della bile nel sangue e disturbi nella funzionalita' di fegato, rene e pancreas. Una riduzione della conta leucocitaria puo' renderla piu' soggetta ad infezione. Se la produzione di globuli rossi e' ridotta, si potrebbero avvertire sintomi di stanchezza eaffanno. La terapia antiretrovirale in combinazione puo' causare inoltre un aumento dei livelli di acido lattico e glucosio nel sangue, iperlipemia (aumento dei grassi nel sangue) e resistenza all'insulina. Laterapia antiretrovirale in combinazione puo' causare modificazioni della forma del corpo a causa delle variazioni nella distribuzione del grasso. Queste possono comprendere perdita di grasso nelle gambe, braccia e viso, aumento del grasso nell'addome (pancia) e altri organi interni, ingrossamento del seno e piccole masse grasse dietro il collo ("gobba di bufalo"). La causa e gli effetti a lungo termine di questi disturbi sulla salute non sono noti al momento.