Doxazosin ratio

Doxazosin ratio è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Antiipertensivi, antagonisti dei recettori alfa-adrenergici.

INDICAZIONI:

E' indicato per il trattamento dell'ipertensione essenziale.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

E' controindicato nei pazienti con ipersensibilita' al principio attivo doxazosin mesilato, al doxazosin e ad altri derivati chinazolinici (per es. prazosina, terazosina) o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Doxazosin ratiopharm e' controindicato durante l'allattamento.

POSOLOGIA:

Se non diversamente prescritto, si raccomanda la seguente posologia: La dose iniziale e' 1 mg di D. una volta al giorno. In base all'efficacia, la dose puo' essere portata in base alle esigenze individuali, dopo 1-2 settimane di trattamento, a 2 mg di D. una volta al giorno e, successivamente, a 4 mg di D. una volta al giorno ed infine a 8 mg di D.una volta al giorno. La dose media giornaliera per la terapia di mantenimento e' 2-4 mg di D. una volta al giorno. La massima dose giornaliera e' 16 mg di D.. Si consiglia di attenersi al seguente schema posologico all'inizio della terapia: Giorni 1-8 1 mg di D. al mattino. Giorni 9-14 2 mg di D. al mattino. Di seguito, la dose di mantenimento viene determinata sulla base delle esigenze individuali. D. ratiopharm 2mg compresse. A questo scopo sono disponibili anche compresse contenenti 1 mg e 4 mg di D.. D. ratiopharm 4 mg compresse. A questo scopo sono disponibili anche compresse contenenti 1 mg e 2 mg di D.. Uso neglianziani e nei pazienti con insufficienza renale: Poiche' le proprieta'farmacocinetiche di D. non variano nei pazienti anziani ne' in quellicon insufficienza renale, tali pazienti possono essere trattati con la dose abituale. Tuttavia, la dose va mantenuta piu' bassa possibile egli incrementi devono essere attuati sotto stretta supervisione. Usonei pazienti con insufficienza epatica: Bisogna fare particolare attenzione quando si determina la dose in pazienti con insufficienza epatica. I dati clinici sull'impiego del farmaco in pazienti con grave disfunzione epatica sono carenti (vedere paragrafo 4.4, Avvertenze speciali e precauzioni d'impiego'). Le compresse vanno assunte con una quantita' sufficiente di liquido. La durata della terapia viene stabilita dal medico curante.

AVVERTENZE:

Nella fase iniziale della terapia, possono verificarsi disturbi circolatori con una tendenza all'ipotensione posturale (ipotensione ortostatica). Per minimizzare il rischio di ipotensione posturale, all'iniziodella terapia i pazienti devono essere tenuti sotto osservazione. Il rischio che cio' si verifichi e' maggiore quando la dose iniziale raccomandata viene superata. Pertanto si devono seguire attentamente le linee guida relative alla posologia. I pazienti che stanno seguendo una dieta iposodica o che stanno assumendo diuretici sembrano piu' sensibili a potenziali effetti posturali. D. deve essere somministrata con cautela nei casi seguenti: stenosi aortica o mitralica emodinamicamente significative. Insufficienza cardiaca per alta gittata insufficienza cardiaca ventricolare destra dovuta ad embolia polmonare o versamento pericardico insufficienza cardiaca ventricolare sinistra con bassa pressione di riempimento. Neuropatia diabetica autonomica (alto rischio diipotensione posturale). In pazienti con grave cardiopatia ischemica unabbassamento troppo repentino e deciso della pressione arteriosa puo'causare un peggioramento dei disturbi anginosi. La somministrazione concomitante di D. con un PDE-5 inibitore (per esempio sildenafil, tadalafil, vardenafil) per il trattamento della disfunzione erettile deveessere usata con cautela in quanto puo' condurre ad ipotensione sintomatica in alcuni pazienti. Questo e' piu' probabile che si verifichi subito dopo l'assunzione del PDE-5 inibitore. Percio' i pazienti devonoessere stabili alla terapia alfa-bloccante prima di iniziare il trattamento con un PDE-5 inibitore. Deve essere considerato un inizio di trattamento con dosi piu' basse del PDE-5 inibitore. Inoltre i medici devono avvisare i pazienti in merito a cosa fare nell'eventualita' di sintomi ipertensivi posturali. Uso nei pazienti con insufficienza epatica: Si deve usare D. con particolare cautela nei pazienti con alterazione della funzione epatica. Poiche' mancano i dati clinici di pazienti con grave disfunzione epatica, l'uso per questi pazienti non e'raccomandato. Uso nei bambini: A causa della mancanza di esperienza clinica, D. non e' raccomandato per l'uso nei bambini e negli adolescenti al di sotto dei 18 anni di eta'. Le compresse contengono lattosio.I pazienti con rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio,carenza di Lapp lattasi o malassorbimento di glucosio-galattosio non devono assumere questo medicinale.

INTERAZIONI:

D. aumenta l'effetto di abbassamento della pressione arteriosa di altri farmaci antiipertensivi. L'effetto antiipertensivo puo' aumentare quando il D. viene somministrato assieme a vasodilatatori e nitrati. Come avviene per altri agenti antiipertensivi, gli antireumatici non steroidei possono ridurre l'effetto antiipertensivo del D.. I simpaticomimetici possono ridurre l'effetto antiipertensivo del D.; il D. puo' ridurre la pressione arteriosa e le reazioni vascolari alla dopamina, efedrina, epinefrina, metaraminolo, metoxamina e fenilefrina. Non esistono studi sulle interazioni con sostanze che influiscono sul metabolismoepatico (per es. cimetidina). La somministrazione concomitante di D.con un PDE-5 inibitore (per esempio sildenafil, tadalafil, vardenafil)per il trattamento della disfunzione erettile deve essere usata con cautela in quanto puo' condurre ad ipotensione sintomatica in alcuni pazienti. D. puo' aumentare l'attivita' della renina plasmatica e l'escrezione urinaria dell'acido vanilil-mandelico. Questo va tenuto presente quando si interpretano i dati di laboratorio.

EFFETTI INDESIDERATI:

I seguenti dati di frequenza vengono usati nella valutazione degli effetti collaterali. Molto comuni >= 10% Comuni >= 1 - < 10% Poco comuni>= 0,1 - < 1% Rari >= 0,01 - < 0,1% Molto rari < 0,01%, includono i casi isolati. Patologie del sistema emolinfopoietico: Molto rari: riduzione degli eritrociti, leucociti e piastrine. Disturbi del metabolismoe della nutrizione: Poco comuni: sete, ipokaliemia, gotta, alterazione del senso del gusto. Rari: ipoglicemia, disgeusia. Disturbi psichiatrici: Comune: apatia, Poco comuni: incubi, amnesia, labilita' emotiva,Rari: depressione, agitazione. Patologie del sistema nervoso: Comuni:debolezza, cefalea, sensazione di sonnolenza, Poco comuni: tremore, rigidita' muscolare, Raro: parestesia. Patologie dell'occhio: Comuni: disturbi dell'accomodazione, Poco comuni: anormale flusso lacrimale, fotofobia, Raro: visione offuscata. Patologie dell'orecchio e del labirinto: Poco comune: tinnito, Patologie cardiache: Comuni: palpitazioni,dolore al torace, Poco comuni: aritmie, angina pectoris, tachicardia,infarto del miocardio. Patologie vascolari: Comuni: capogiri, vertigini, edema, capogiri posturali, disturbi della regolazione ortostatica,Poco comuni: ipotensione posturale, ischemia periferica, sincope. Ipotensione posturale e in rari casi sincope possono manifestarsi all'inizio del trattamento, specialmente a dosi molto elevate ma anche quandoil trattamento viene ripreso dopo una breve interruzione. Rari: disturbi cerebrovascolari. Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche: Comuni: mancanza del respiro, congestione nasale, Poco comuni: epistassi, broncospasmo, tosse, faringite, Raro: edema laringeo, Molto raro: rinite Patologie gastrointestinali: Comuni: costipazione, dispepsia,nausea, Poco comuni: anoressia, aumento dell'appetito, secchezza della bocca, Rari: dolore di stomaco, diarrea, vomito. Patologie epatobiliari: Poco comuni: ittero, aumento degli enzimi del fegato, Molto rari:epatite, colestasi. Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo:Poco comuni: alopecia, edema facciale/generale, Rari: eruzione cutanea, prurito, porpora. Patologie del sistema muscolo scheletrico, del tessuto connettivo e delle ossa: Comuni: crampi muscolari. Patologie renali e urinarie: Comuni: frequente bisogno di urinare, aumento della minzione. Poco comuni: incontinenza, disturbi della minzione, disuria. Molto rari: aumentati livelli di urea e creatinina nel sangue. Patologiedell'apparato riproduttivo e della mammella: Comune: eiaculazione ritardata. Rari: impotenza, priapismo. Patologie sistemiche e condizionirelative alla sede di somministrazione: Comune: astenia, Poco comuni:rossore del viso, febbre/brividi, pallore, Raro: bassa temperatura corporea nell'anziano

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:

Il D. pertanto non deve essere somministrato in gravidanza a meno chei benefici potenziali non superino i rischi potenziali. D. e' controindicato durante l'allattamento in quanto il prodotto medicinale si accumula nel latte di ratti che allattano e non ci sono informazioni circal'escrezione del farmaco nel latte materno umano.