Diltiazem pensa

Diltiazem pensa è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Calcio-antagonista selettivo con effetto cardiaco diretto.

INDICAZIONI:

Per i dosaggi da 90 mg, 120 mg, 180 mg: trattamento preventivo delle crisi di angina pectoris. Per i dosaggi da 300 mg: trattamento preventivo delle crisi di angina pectoris; trattamento dell'ipertensione arteriosa.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' ai componenti del prodotto. Ipotensione (pressione sistolica minore di 90 mmHg); insufficienza cardiaca congestizia; sindrome del nodo del seno; disturbi della conduzione (blocco seno-atriale oatrio-ventricolare di II e III grado); bradicardia (frequenza del polso inferiore a 55 battiti al minuto). Il diltiazem non deve essere somministrato in gravidanza e durante l'allattamento. In donne in eta' fertile una eventuale gravidanza deve essere sempre esclusa all'inizio del trattamento, e durante il trattamento stesso deve essere assicurataun'efficace copertura anticoncezionale.

POSOLOGIA:

La dose iniziale abituale e' di 90 mg due volte al giorno. Se necessario, questa dose puo' essere progressivamente aumentata a 120 mg due volte al giorno, oppure a 180 mg due volte al giorno, o a 300 mg una volta al giorno. Nei pazienti anziani, la posologia iniziale sara' di 90mg due volte al giorno e dovra' essere valutata attentamente dal medico. Un adattamento della posologia in caso di insufficienza renale none' necessario. Il farmaco potra' essere assunto indifferentemente siadurante, sia lontano dai pasti.

AVVERTENZE:

L'uso del diltiazem cloridrato nei diabetici puo' rendere necessario un adattamento del trattamento. Valutare attentamente la posologia iniziale in pazienti anziani bradicardici. Analoga precauzione va usata incaso di associazione con beta-bloccanti o amiodarone, per il rischiodi comparsa di bradicardia. Il prodotto dovra' essere usato con precauzione nei pazienti che presentano insufficienza epatica grave. Duranteil trattamento possono insorgere anomalie della funzione epatica, come si e' riscontrato in alcuni casi. Se e' prevista un'anestesia generale, l'anestesista dovra' essere informato dell'assunzione del diltiazem. Particolare cautela deve essere esercitata nei pazienti portatori di blocco atrio-ventricolare di I grado.

INTERAZIONI:

Il diltiazem cloridrato dovra' essere somministrato sotto particolaresorveglianza nei pazienti che ricevono medicinali antiipertensivi, o altri agenti ipotensivi, inclusi anestetici alogeni, o prodotti legatialle proteine plasmatiche. Il diltiazem cloridrato non protegge daglieffetti che seguono la brusca interruzione di un trattamento con beta-bloccanti, ne' dagli effetti collaterali osservati con altri antiipertensivi. Puo' condurre ad una bradicardia l'associazione con beta-bloccanti che subiscono l'effetto di primo passaggio significativo, come adesempio con il propranololo. Potra' essere necessario diminuire le dosi dei componenti di questa associazione. Beta-bloccanti, antiaritmicipossono inibire eccessivamente la conducibilita' dello stimolo e la funzione cardiaca. Il diltiazem inibisce in particolare la conduzione atrio-ventricolare. L' uso concomitante di diltiazem e di digossina puo' condurre ad un aumento della concentrazione nel sangue di digossina.Dovra' essere particolarmente sorvegliata la conduzione atrio-ventricolare. L' uso concomitante di cimetidina puo' aumentare i tassi sericidel diltiazem, mentre l' uso associato con diazepam puo' diminuire itassi serici del diltiazem.

EFFETTI INDESIDERATI:

I piu' frequenti che talvolta richiedono la sospensione del trattamento sono: bradicardia sinusale, blocco seno-atriale, esantemi cutanei con o senza prurito, edema degli arti inferiori. Altri effetti piu' rarisono: astenia, sonnolenza, cefalea, insonnia, vertigini, nausea, stipsi, diarrea, dispepsie, epigastralgie, secchezza delle fauci, lievi aumenti degli enzimi epatici (ALT, AST, ecc.).

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:

Il diltiazem e' controindicato nelle donne in gravidanza accertata o presunta.