Dermolin pom derm

Dermolin pom derm è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Corticosteroidi non associati.

INDICAZIONI:

Dermolin e' indicato in dermatosi acute, subacute croniche di natura anfiammatoria o allergica quali: dermatiti seborroiche, dermatite atopica, affezioni eczematose, lupus eritematoso, eritemi di varia natura,neurodermiti, psoriasi, piede d'atleta, prurito anogenitale erpetiforme, micosi fungoide, alopecia areata, dermatite da contatto, manifestazioni da ritenzione sudorale, punture d'insetti, orticaria, ustioni, ulcere traumatiche.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' individuale accertata nei confronti del prodotto. Incaso di gravidanza accertata o presunta e durante l'allattamento, somministrare solo in caso di necessita' e sotto il diretto controllo delmedico. La sicurezza dei corticosteroidi topici non e' stata stabilita nelle donne in gestazione e pertanto, in corso di gravidanza, l'usodei farmaci appartenenti a questa classe deve essere limitato ai casiin cui il beneficio atteso giustifichi il rischio potenziale per il feto. Nelle donne in gravidanza tali farmaci non vanno impiegati in modointensivo a dosi elevate e per lunghi periodi di tempo. Non essendo noto se la somministrazione topica dei corticosteroidi possa determinare un assorbimento sistemico sufficiente a produrre concentrazioni dosabili nel latte materno, e' necessario decidere se interrompere l'allattamento o se sospendere la terapia tenuto conto dell'importanza del farmaco per la madre.

POSOLOGIA:

Applicare 2-3 volte al di' facendo seguire un lieve massaggio per rendere piu' rapido l'assorbimento. Nelle formi piu' gravi e' molto utilela medicazione occlusiva che aumentando l'umidita' e la temperatura della cute trattata, favorisce la penetrazione del farmaco in profondita' e ne migliora l'azione. Per questo tipo di medicazione si consigliadi lavare la cute malata, applicare la pomata con una certa abbondanzae ricoprire la zona con un foglietto di plastica, che sara' poi fissato con un cerotto impermeabile, se la lesione e' secca, con altro (bende o simili) se la lesione e' umida. Rinnovare la medicazione ogni 12ore. In ogni caso si consiglia di proseguire il trattamento per alcunigiorni dopo la guarigione, specie nelle forme croniche.

INTERAZIONI:

Nulla da segnalare.

EFFETTI INDESIDERATI:

In corso di terapia cortisonica epicutanea, specie per trattamenti intensi e prolungati, possono manifestarsi alcuni dei seguenti effetti collaterali: sensazione di bruciore, prurito, irritazione, secchezza della pelle, atrofia cutanea, eruzione acneica, ipopigmentazione; atrofiae strie localizzate alle zone trattate per un lungo periodo di tempocon medicazione occlusiva. Gli effetti sistemici sono estremamente rari in considerazione delle basse dosi adoperate del principio attivo.