Citogel os gel

Citogel os gel è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Antiulcera peptica.

INDICAZIONI:

Ulcera gastrica, ulcera duodenale; gastrite acuta, gastriti croniche sintomatiche; gastropatie da FANS (antiinfiammatori non steroidei); esofagite da reflusso.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' individuale accertata verso i componenti o altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico. Il prodotto contiene sorbitolo; e' quindi controindicato nell'intolleranza ereditaria al fruttosio. Il medicinale contiene aspartame, fonte di fenilalanina, ed e' pertanto controindicato nei soggetti affetti da fenilchetonuria. Il sucralfato e' controindicato nei pazienti in trattamento contetracicline. Generalmente controindicato in gravidanza. Il sucralfatonon deve essere somministrato a neonati prematuri.

POSOLOGIA:

La particolare forma in gel del prodotto, per le sue caratteristiche di prolungata bioadesivita', assicura un effetto clinico protratto e consente normalmente di somministrare il preparato due volte al giorno.La posologia media e' di 1 bustina da 1 g o 2 g di sucralfato, a seconda del giudizio del medico, 2 volte al giorno per via orale, a stomacovuoto, 1 ora prima dei pasti, oppure al mattino ed alla sera prima dicoricarsi. Per i trattamenti di mantenimento, la posologia giornaliera viene ridotta alla meta', mantenendo invariata la dose singola e dimezzando il numero delle assunzioni (ad esempio, 1 bustina 1 volta algiorno, preferibilmente la sera). Si assume il prodotto tal quale e ogni assunzione potra' essere eventualmente seguita da un sorso d'acquao di altro liquido.

INTERAZIONI:

Ulcera gastrica, ulcera duodenale; gastrite acuta, gastriti croniche sintomatiche; gastropatie da FANS (antiinfiammatori non steroidei); esofagite da reflusso.

EFFETTI INDESIDERATI:

In seguito ad uso prolungato del farmaco puo' insorgere stitichezza. Altri effetti meno comunemente riportati sono: disturbi gastroenterici,secchezza delle fauci, rash, prurito, vertigini, insonnia. Sono statiriportati casi molto rari di formazione di bezoar.