Cepimex im iv fl

Cepimex im iv fl è indicato per il trattamento di:

DENOMINAZIONE:

CEPIMEX

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Antibatterici beta-lattamici.

PRINCIPI ATTIVI:

Cefepime di cloridrato monoidrato (cefepime).

ECCIPIENTI:

L'arginina (circa 725 mg di L'arginina per g di cefepime sostanza attiva).

INDICAZIONI:

Trattamento delle infezioni moderate e gravi determinate da batteri sensibili, fra cui le infezioni dell'apparato respiratorio e le infezioni (complicate e non complicate) del tratto urinario inferiore e superiore, le infezioni della cute e dei tessuti molli, le infezioni intra-addominali, comprese le peritoniti e le infezioni biliari, le setticemie/batteriemie compresi gli episodi febbrili in pazienti immunocompromessi. Nei bambini per il trattamento della meningite cerebrospinale sostenuta da germi sensibili. Trattamento delle infezioni causate da unoo piu' ceppi batterici sensibili, aerobi ed anaerobi. Puo' essere usato da solo come farmaco di prima scelta. Quando opportuno, puo' essereusato con sicurezza in associazione con antibiotici aminoglicosidici ocon altri antibiotici. E' indicato nella profilassi chirurgica nei pazienti sottoposti a chirurgia intra-addominale.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti, alle cefalosporine, alle penicilline o ad altri antibiotici beta-lattamici.

POSOLOGIA:

Puo' essere somministrato per via endovenosa e per via intramuscolare.Quando somministrato per via intramuscolare da solo, non causa generalmente dolore. Il dosaggio e la via di somministrazione variano secondo la suscettibilita' dell'organismo in causa, della gravita' dell'infezione, della funzione renale e delle condizioni generali del paziente.>>Adulti e Bambini di eta' superiore a 12 anni con funzione renale normale. Infezioni urinarie (UTI): 500 mg - 1 g EV o IM ogni 12 h. Infezioni non-UTI: 1 g EV o IM ogni 12 h. Infezioni gravi: 2 g EV ogni 12 h. Infezioni molto gravi (pericolo di vita): 2 g EV ogni 8 h. La duratadella terapia varia normalmente tra i 7 e i 10 giorni; infezioni piu'severe possono richiedere un trattamento piu' lungo. Il trattamento empirico della neutropenia febbrile (pazienti immunocompromessi) deve durare 7 giorni o fino alla risoluzione della neutropenia. >>Profilassichirurgica (adulti). Una dose singola di 2 g ev (infusione di 30 minuti, vedi 6.6) da iniziare 60 minuti prima dell'intervento chirurgico.Una dose singola di 500 mg ev di metronidazolo, se ritenuta opportuna,puo' essere somministrata immediatamente dopo la fine della infusione. La dose di metronidazolo deve essere preparata e somministrata in accordo con le informazioni tecniche di prodotto. A causa della incompatibilita' con metronidazolo, non devono essere mescolati nello stesso contenitore; si raccomanda di lavare il deflussore con un liquido compatibile prima della somministrazione di metronidazolo. Se la durata dell'intervento supera le 12 ore, una seconda dose del medicinale seguitada metronidazolo, se opportuno, deve essere somministrata 12 ore dopola dose profilattica iniziale. >>Bambini di eta' compresa tra 1 mesee 12 anni con normale funzione renale. Meningite batterica. Pazienti sopra i due mesi di eta' e di peso >Ridotta funzionalita' epatica: non e' richiesta una modifica didosaggio, tranne in caso di concomitante insufficienza renale. >>Ridotta funzionalita' renale: nei pazienti con disfunzione renale si devemodificare il dosaggio di cefepime per compensare la minore eliminazione renale. La dose iniziale raccomandata di cefepime nei pazienti condisfunzione renale da lieve a moderata deve essere la stessa dei pazienti con funzione renale normale. Dose di mantenimento deve essre calcolata in base alla Clearance della creatinina (ml/min) di ogni paziente. Nei pazienti sottoposti ad emodialisi, circa il 68% della quantita'totale di cefepime presente nell'organismo all'inizio della dialisi e'eliminato nell'arco di 3 ore. Alla fine di ciascuna seduta di dialisidovrebbe essere somministrata una dose equivalente alla dose iniziale. Nella dialisi peritoneale continua, il medicinale puo' essere somministrato alle dosi normalmente consigliate per i pazienti con normale funzione renale (ovvero 500 mg, 1 g o 2 g in base alla gravita' dell'infezione) ma ogni 48 ore. >>Pazienti pediatrici con funzione renale compromessa: dato che l'escrezione urinaria e' la via prevalente di eliminazione del cefepime, si consiglia di aggiustarne il dosaggio nei pazienti pediatrici e con funzione renale compromessa.

CONSERVAZIONE:

Conservare al riparo dalla luce.

AVVERTENZE:

Nei pazienti con disfunzione renale, come una riduzione della diuresiper insufficienza renale (clearance della creatinina