Biocalcium d

Biocalcium d è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Calcio, associazioni con altri farmaci.

INDICAZIONI:

Correzione della carenza combinata di vitamina D e calcio nell'anziano; apporto di vitamina D e calcio come integrazione della terapia specifica per il trattamento dell'osteoporosi in pazienti con carenza combinata di vitamina D e calcio, oppure in pazienti con rischio elevato ditale carenza.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipercalcemia, ipercalciuria. Litiasi da calcio (nefrolitiasi). Insufficienza renale. Immobilizzazione prolungata, accompagnata da ipercalciuria e/o ipercalcemia. Ipersensibilita' ad uno dei componenti. Gravidanza ed allattamento. Il prodotto contiene aspartame, fonte di fenilalanina, pertanto esso e' controindicato nei casi di fenilchetonuria.

POSOLOGIA:

1 compressa divisibile al giorno. Mettere la compressa in un bicchiere, aggiungere una abbondante quantita' d'acqua, mescolare e quindi bereimmediatamente la soluzione ottenuta. Il prodotto si somministra pervia orale, preferibilmente dopo i pasti. Da usare solo negli adulti.

INTERAZIONI:

L'uso concomitante di fenitoina o barbiturici puo' ridurre l'effetto della vitamina D 3 per inattivazione metabolica. In caso di trattamentoconcomitante con difosfonato, fluoruro di sodio o tetracicline per via orale, si raccomanda di lasciar trascorrere un periodo di tempo di almeno tre ore prima di assumere i farmaco (rischio di riduzione dell'assorbimento gastrointestinale del difosfonato, del fluoruro di sodio,delle tetracicline). In caso di trattamento con diuretici tiazidici, che riducono l'eliminazione urinaria del calcio, e' raccomandato il controllo delle concentrazioni sieriche di calcio. L'uso concomitante diglucocorticosteroidi puo' ridurre l'effetto della vitamina D3. In casodi trattamento con farmaci contenenti la digitale, la somministrazione orale di calcio combinato con la vitamina D aumenta il rischio di tossicita' della digitale (aritmia). E' pertanto richiesto lo stretto controllo del medico e, se necessario, il monitoraggio elettrocardiografico e delle concentrazioni sieriche di calcio. E' possibile che si verifichino interazioni con gli alimenti (p.es. quelli che contengono acido ossalico, fosfato o acido fitico o che hanno un alto contenuto in fibre).

EFFETTI INDESIDERATI:

Costipazione, flatulenza, nausea, gastralgia, diarrea. Ipercalciuria ed ipercalcemia in caso di trattamenti prolungati a dosi elevate.