Benexol b

Benexol b è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

VITAMINA B1, SOLA O IN ASSOCIAZIONE CON VIT B6 E VIT B12.

INDICAZIONI:

Stati carenziali di vitamine B1, B6, B12 e loro diverse forme cliniche(polinevriti carenziali, nevriti in corso di trattamento con isoniazide ed altri antagonisti della vitamina B6). Terapia coadiuvante nellenevriti non carenziali e nell'iperemesi gravidica o in corso di radioterapia.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' nota verso i componenti. Non vi sono limitazioni all'uso del prodotto in gravidanza e durante l'allattamento. Va comunque precisato che i prodotti antiemetici in genere devono essere somministrati in gravidanza soltanto nei casi di sintomatologia conclamata, peri quali non sia possibile un intervento alternativo, e non nei frequenti e semplici casi di emesi gravidica e tanto meno con fini preventividi essa.

POSOLOGIA:

Compresse gastroresistenti: Profilassi: 1-2 compresse al giorno. Terapia: 2-4 compresse e piu' al giorno. Le compresse vanno inghiottite conun sorso di liquido, senza masticarle ne' scioglierle preventivamente. Fiale (dosaggio medio): Una fiala al giorno salvo diversa prescrizione medica. L'iniezione va fatta per via intramuscolare profonda. La soluzione da iniettare si prepara al momento, sciogliendo la sostanza secca liofilizzata con l'apposito solvente contenuto nella confezione. Fiale ( dosaggio alto): e' indicato per la terapia iniziale di forme con sintomatologia particolarmente intensa. La dose e' di una fiala al giorno, salvo diversa prescrizione medica. L'iniezione va fatta per viaintramuscolare profonda. La soluzione da iniettare si prepara al momento, sciogliendo la sostanza secca liofilizzata con l'apposito solvente contenuto nella confezione.

INTERAZIONI:

La vitamina B6 potenzia la metabolizzazione della levodopa in dopaminae pertanto ne riduce gli effetti terapeutici alle dosi abitualmente utilizzate.

EFFETTI INDESIDERATI:

I preparati contenenti vitamina B1 e vitamina B12 per via parenteralepossono dare origine a reazioni generali di ipersensibilita' compresolo shock anafilattico. La vitamina B12 per via parenterale puo' dar luogo nei soggetti con deficienza di folati ad una risposta ematologicache puo' portare ad un errore diagnostico. Sono stati segnalati rari casi di reazioni da sensibilizzazione alla vitamina B12 con esantemi, diarrea ed eccezionalmente manifestazioni anafilattiche. Particolare cautela dovra' essere usata qualora il prodotto sia prescritto insieme con levodopa per la terapia del morbo di Parkinson, in quanto la piridossina a dosaggi elevati puo' antagonizzarne l'effetto terapeutico. I preparati contenenti vitamina B1 o derivati possono per via parenteraleprovocare disturbi in quei soggetti che hanno avuto fenomeni di ipersensibilizzazione o manifestazioni morbose da allergopatia.