Beben crema

Beben crema è indicato per il trattamento di:

DENOMINAZIONE:

BEBEN 0,025% CREMA

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Corticosterodi non associati.

PRINCIPI ATTIVI:

100 g contengono: betametasone 17-benzoato 0,025 g.

ECCIPIENTI:

Alcool cetilico, glicerile monostearato, paraffina liquida, glicole propilenico, disodio monooleamido solfosuccinato, acido citrico monoidrato, acqua depurata

INDICAZIONI:

E' indicato in tutte le dermatosi di natura infiammatoria ed allergicache possono trarre beneficio dal trattamento locale con cortisonici.In particolare: dermatiti eczematose (costituzionali, da contatto, seborroiche, ecc.), dermatiti da agenti fisici (luce, calore, raggi X) edaltre dermatosi come la psoriasi, il lichen ruber planus, l'intertrigine.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' individuale accertata verso il principio attivo, verso gli eccipienti o sostanze strettamente correlate dal punto di vistachimico. Affezioni cutanee tubercolari, micotiche e virali (con particolare riguardo a varicella, pustole vacciniche e herpes simplex). Generalmente controindicato in gravidanza.

POSOLOGIA:

La terapia iniziale consistera' in 2-3 applicazioni al giorno. Ove possibile e se tollerato dal paziente, si pratichera' anche un lieve massaggio della parte trattata, che potra' poi essere protetta con fasciatura o eventualmente con bendaggio occlusivo. Una volta ottenuto un evidente miglioramento, le applicazioni verranno gradualmente diradate fino a sospensione.

CONSERVAZIONE:

Non conservare a temperatura superiore ai 30 gradi C.

AVVERTENZE:

Nel caso di applicazioni del preparato su superfici cutanee molto ampie, ed in particolare usando il bendaggio occlusivo, si dovra' prevedere la possibilita' di un maggior assorbimento sistemico del cortisonico. In presenza di un'infezione cutanea sara' necessario istituire una appropriata terapia antibatterica o antimicotica. Nella primissima infanzia il prodotto va somministrato solo in caso di effettiva necessita', sotto diretto controllo medico. L'uso, specie se prolungato, dei prodotti per uso topico puo' dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. Il prodotto non e' per uso oftalmico.

INTERAZIONI:

Non sono note interazioni medicamentose e incompatibilita'.

EFFETTI INDESIDERATI:

Trattamenti eccessivamente prolungati con cortisonici per uso locale possono dar luogo a sensazione di bruciore, prurito, irritazione, secchezza della cute, follicolite, ipertricosi, eruzioni acneiformi e ipopigmentazione e, soprattutto usando il bendaggio occlusivo, a macerazione della pelle, atrofia della pelle, strie atrofiche.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:

Nelle donne in stato di gravidanza, il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessita', sotto il diretto controllo del medico.