Beben clor.

Beben clor. è indicato per il trattamento di:

DENOMINAZIONE:

BEBEN CLOROSSINA 0,025% + 0,5% CREMA

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Corticosteroidi, associazioni con antisettici.

PRINCIPI ATTIVI:

100 g contengono: betametasone 17-benzoato 0,025 g, clorossina 0,5 g.

ECCIPIENTI:

Vaselina bianca, paraffina liquida, polawax, alcool cetilico, polietilenglicol 6000, isopropile stearato, glicol propilenico, sodio laurilsolfato, acido citrico monoidrato, trietanolamina, acqua.

INDICAZIONI:

Eczemi piogenici o micotici, e in genere tutte le dermatosi infette, osuscettibili di infezione, sensibili alla corticoterapia locale.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' ai singoli componenti o sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico. I cortisonici per uso locale sono controindicati, nelle forme cutanee tubercolari e virali (con particolare riguardo a varicella, puscule vacciniche e herpes simplex). Generalmente controindicato in gravidanza.

POSOLOGIA:

Applicare una-due volte al giorno una quantita' di crema sufficiente aricoprire la zona ammalata. Seguira', ove possibile e tollerato dal paziente, un lieve massaggio della parte trattata, che potra' poi essere eventualmente protetta con fasciatura. Le applicazioni andranno continuate fino ad eventuale miglioramento o a completa guarigione a giudizio del medico

CONSERVAZIONE:

Nessuna speciale condizione per la conservazione.

AVVERTENZE:

Nel caso di applicazioni del preparato su superfici cutanee molto ampie si dovra' prevedere la possibilita' di un maggior assorbimento sistemico del cortisonico e prendere le opportune precauzioni. L'uso, specie se prolungato, dei prodotti per uso topico puo' dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. In tal caso occorre sospendere il trattamento ed istituire una terapia idonea. Analogo comportamento sara' osservato in caso di sviluppo di germi non sensibili. Il prodotto non e' peruso oftalmico.

INTERAZIONI:

Non sono note interazioni medicamentose e incompatibilita'.

EFFETTI INDESIDERATI:

Il trattamento con cortisonici per uso locale puo' dar luogo a sensazione di bruciore, prurito, irritazione, secchezza della cute, follicolite, ipertricosi, eruzioni acneiformi e ipopigmentazione e, soprattuttousando il bendaggio occlusivo, a macerazione della pelle, atrofia della pelle, strie atrofiche.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:

Sebbene non siano noti effetti negativi dei cortisonici topici in gravidanza si consiglia di somministrarli a donne gravide solo nei casi direale necessita', e sotto il diretto controllo del medico.