Atus nebul

Atus nebul è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Mucolitico. Il farmaco agisce con un effetto secretolitico sul secretobronchiale con conseguente fluidificazione dello stesso. Migliora laclearance mucociliare incrementando l'attivita' delle ghiandole sierose. Si ottiene pertanto una piu' efficace depurazione delle vie aeree,che si riflette in un miglioramento della funzionalita' respiratoria enella creazione di un microambiente non favorevole all'impianto di germi patogeni.

INDICAZIONI:

Trattamento delle turbe della secrezione dell'apparato respiratorio.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' gia' accertata verso il prodotto o verso la bromexina. Gravi alterazioni epatiche e/o renali.

POSOLOGIA:

SOMMINISTRAZIONE PER VIA INALATORIA. Fiale da 15 mg: Adulti e bambinioltre i 5 anni: 1 fiala / 1 fiala e mezza 1-2 volte al giorno. Bambinifino a 5 anni: 1 fiala 1-2 volte al giorno. Via inalatoria: si diluisce il contenuto di una fiala con altrettanta acqua (2 ml) nell'apposito erogatore. SCIROPPO ESTEMPORANEO. Adulti: 2 cucchiaini 3 volte al giorno. Bambini oltre i 5 anni: 1 cucchiaino 3 volte al giorno. Bambinida 2 a 5 anni: 1/2 cucchiaino 3 volte al giorno. Bambini sino a 2 anni: 1/2 cucchiaino 2 volte al giorno. Aggiungere acqua al flacone di granulare sino al livello indicato (200 ml) ed agitare sino ad ottenere una sospensione sciropposa. Il misurino annesso dosa, a raso, ml 5 e ml2,5 alla tacca indicata. Agitare sempre la sospensione cosi' formata,prima di versare la dose prescritta nel misurino. Per la terapia di mantenimento, da instaurarsi 8-10 giorni dopo l'inizio del trattamento,le dosi potranno essere ridotte, a giudizio del medico, anche del 50%.

INTERAZIONI:

Il farmaco puo' essere vantaggiosamente associato ad antibiotici, corticosteroidi, diuretici, glicosidi cardioattivi e sostanze di correnteimpiego nelle broncopatie.

EFFETTI INDESIDERATI:

Alle dosi consigliate il farmaco e' ben tollerato. In qualche caso sono stati osservati nausea, cefalea e disturbi gastrointestinali.