Atenol

Atenol è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Beta-bloccanti selettivi non associati.

INDICAZIONI:

Ipertensione arteriosa compresa quella di origine renale; angina pectoris; aritmie; intervento precoce nell'infarto miocardico acuto.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Come gli altri beta-bloccanti, non deve essere somministrato a pazienti con: ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti; bradicardia; shock cardiogeno; ipotensione; acidosi metabolica; gravi disturbi della circolazione arteriosa periferica; blocco atrioventricolare di 2 e 3 grado; malattie del nodo del seno; feocromocitoma non trattato; scompenso cardiaco non controllato da una terapiaadeguata. Non deve essere associato a terapia con verapamil o diltiazem.

POSOLOGIA:

IPERTENSIONE ARTERIOSA COMPRESA QUELLA DI ORIGINE RENALE. Una compressa (100 mg) il giorno. Di solito il pieno effetto antipertensivo si raggiunge dopo una o due settimane di terapia. Se necessario, e' possibile ottenere un'ulteriore riduzione dei valori pressori associando Atenol con altri farmaci antipertensivi. In particolare, la somministrazione contemporanea di Atenol con un diuretico determina un effetto antipertensivo superiore a quello prodotto dai singoli farmaci. ANGINA PECTORIS. La maggior parte dei pazienti risponde alla somministrazione di una compressa (100 mg) il giorno. Aumentando la posologia non si ottiene generalmente un ulteriore beneficio. ARITMIE. Dopo aver controllatole aritmie con Atenololo iniettabile, si consiglia una posologia di mantenimento per via orale di 50-100 mg/die. Il dosaggio deve essere regolato con particolate attenzione nei pazienti con grave compromissionedella funzionalita' renale. ANZIANI. Puo' essere utile ridurre la posologia, particolarmente nei pazienti con compromissione della funzionalita' renale. BAMBINI. Non esistono dati clinici nell'impiego pediatrico di Atenol. Pertanto se ne sconsiglia la somministrazione ai bambini.

INTERAZIONI:

Diisopiramide, indometacina, ibuprofene, nifedipina, clonidina, glicosidi digitalici, pseudoefedrina, verapamil, diltiazem, farmaci antiaritmici di classe I, Ace inibitori, agenti anestetici, antidiabetici, simpaticomimetici (es.adrenalina).

EFFETTI INDESIDERATI:

Bradicardia, ipotensione, rash cutanei, freddo alle estremita', affa-ticamento muscolare, secchezza della bocca, diarrea, nausea, mal ditesta, disturbi del sonno, bradicardia, blocco cardiaco, ipotensionearteriosa, fenomeno di Raynaud, formicolio delle mani, perdita dei ca-pelli, porpora, granulocitopenia, eruzioni cutanee, eruzioni eritema-tose, disturbi visivi, secchezza agli occhi, capogiri, difficolta' direspirazione e/o gonfiore alle caviglie (se si e' affetti da scompensocardiaco), aggravamento dei disturbi circolatori o respiratori (se sie' affetti da asma), cambiamenti dell'umore, psicosi e allucinazioni,catatonia, aggravamenti di sindromi nervose con depressione mentale,confusione e disturbi della memoria.