Antrolin cr rett

Antrolin cr rett è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Medicinale contenente nifedipina, diidropiridina ad azione calcio-antagonista che, impiegata localmente, esercita un effetto rilassante sulla muscolatura liscia periferica ed in grado di ridurre il tono dellosfintere anale interno. L'azione della nifedipina viene integrata nelprodotto dalla presenza della lidocaina, un anestetico locale di superficie.

INDICAZIONI:

Trattamento della ragade anale e proctalgie in genere associate ad ipertono sfinterico anale.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' ai principi attivi ed in particolare verso la lidocaina (e gli altri anestetici locali ad analoga struttura di tipo amidico) o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Gravidanza accertata o presuntaed allattamento. Gravi stati ipotensivi e di insufficienza cardiovascolare.

POSOLOGIA:

Per applicazioni endorettali e perianali. Applicare la crema 2 volte al giorno per almeno tre settimane. Modo di somministrazione: Sdraiarsisul letto sul fianco sinistro; svitare il tappo dal tubetto ed avvitarvi la cannula, fare uscire una piccola quantita' di crema per lubrificare la cannula ed inserirla dell'ano; premere l'estremita' del tubetto, far uscire la crema contenuta in circa un centimetro di tubetto (uncentimetro del tubetto contiene circa 2,5 - 3 g di crema).

INTERAZIONI:

Per la presenza di nifedipina, l'effetto di farmaci antiipertensivi potrebbe essere potenziato dall'uso. Il propanololo prolunga l'emivita plasmatica della lidocaina e aumenta i livelli plasmatici della nifedipina. La cimetidina puo' innalzare i livelli plasmatici della lidocainae della nifedipina. La contemporanea somministrazione di Antrolin crema rettale in pazienti in trattamento con digossina puo' condurre ad un aumento dei livelli plasmatici di digossina.

EFFETTI INDESIDERATI:

Localmente si possono verificare reazioni quali dolore, bruciore, prurito, iperemia e sanguinamento. Tali effetti regrediscono dopo sospensione del trattamento. In casi molto rari, l'applicazione locale di preparati a base di lidocaina ha causato reazioni allergiche (nei casi piu' gravi shock anafilattico. Durante la fase di sperimentazione clinicanon sono stati evidenziati effetti indesiderati dovuti ad un possibile assorbimento sistemico dei due principi attivi (cefalea, vertigini,vasodilatazione periferica, ipotensione, capogiri e tremori).