Antiadiposo

Antiadiposo è indicato per il trattamento di:

DENOMINAZIONE:

ANTIADIPOSO

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Terapia tiroidea, terapia iodica.

PRINCIPI ATTIVI:

Ogni compressa rivestita contiene: iodocaseina al 7,6% di iodio 125 mg, tiamina nitrato (pari a tiamina base 10 mg) 12,33 mg.

ECCIPIENTI:

Lecitina di soia, caramellosa sodica, caolino, talco, magnesio stearato, gomma arabica, gomma lacca, amido di mais, latte in polvere, amidodi riso, saccarosio, titanio diossido, opagloss 6000.

INDICAZIONI:

Il medicinale ha il compito di eccitare il metabolismo correggendo latendenza all'adiposita' che si osserva non di rado nell'eta' infantilee nell'adolescenza. Utile in quelle forme di obesita' riconducibili adeviazioni metaboliche, permette di ottenere un dimagrimento perche'stimola i fenomeni catabolici. Il preparato e' ben tollerato, ma le dosi debbono essere adottate di caso in caso sotto il personale controllo del medico. Nelle sperimentazioni cliniche non ha provocato disturbisoggettivi ne' obiettivi. I controlli della funzione renale, di quella cardiaca e del metabolismo basale dimostrano la tollerabilita' del prodotto. Il prodotto e' utile anche nelle forme di adiposita' dell'eta' scolare e trae indicazioni nelle: adiposita' semplice, gigantismo adiposo, adiposita' microsomica, pachisomia, micropachisomia.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Inoltre e' controindicato negli stati di ipertiroidismo, gravi lesioni renali; tubercolosi polmonare; forme emorragiche polmonari in genere; cardiopatie e coronaropatie; insufficienza epatica conclamata. Pazienti con insufficienza surrenalica senza adeguata copertura tiroidea.Generalmente controindicato in gravidanza e durante l'allattamento.

POSOLOGIA:

Si inizia con una compressa per saggiare la tolleranza individuale e constatare il risultato della cura; si passa poi ad una compressa subito prima o durante il pasto del mattino e di mezzogiorno. Controllare settimanalmente il peso del paziente, poiche' non si deve oltrepassareuna diminuzione di 250 g alla settimana (1 kg al mese). Soltanto se, dopo un mese, non si raggiunge la diminuzione di peso sopraindicata, sipuo' raddoppiare la dose, passando a quattro compresse al giorno (dueprima o durante il pasto del mattino e di mezzogiorno). La cura vieneprotratta per tre mesi con breve interruzione (4 - 5 giorni dopo ognimese). Eventualmente, trascorsi due mesi dalla interruzione della cura, si potra' intraprendere un altro ciclo, qualora il peso tenda a riaumentare. Le stesse dosi dovranno essere applicate anche alla cura dell'adiposita' degli adolescenti, usando le medesime precauzioni sopraindicate. Gli adulti anziani potranno fare la cura soltanto a patto di una piu' particolare sorveglianza della tollerabilita', sottoponendosia controlli elettrocardiografici e del metabolismo basale.

CONSERVAZIONE:

Conservare ad una temperatura non superiore a 25 gradi C.

AVVERTENZE:

Si consiglia l'assunzione del medicinale prima o durante il pasto delmattino e di mezzogiorno. L'elevata attivita' biologica del farmaco richiede che il paziente sia avvertito di attenersi ai dosaggi stabilitidal medico. Per tutta la durata del trattamento si consiglia un periodico controllo delle condizioni cardio-circolatorie e della funzione tiroidea. In caso di alterazione dei tests di funzione tiroidea, sintomi di ipertiroidismo, tachicardia e aritimie, e' opportuno interrompereil trattamento. Evitare la somministrazione nei bambini di eta' inferiore agli otto anni. Le compresse contengono saccarosio non sono quindi adatte per i soggetti con intolleranza ereditaria al fruttosio, sindrome da malassorbimento di glucosio/galattosio o deficit di saccarasi/isomaltasi.

INTERAZIONI:

Evitare l'associazione con farmaci che contengono iodio (amiodarone) oche interferiscono con la funzione tiroidea (litio). Il prodotto puo'alterare i risultati dei test di funzionalita' tiroidea e della scintigrafia tiroidea.

EFFETTI INDESIDERATI:

Sono possibili manifestazioni allergiche o idiosincratiche prevalentemente a carico della cute (eruzioni cutanee). In questi casi e' necessario interrompere il trattamento ed eventualmente istituire terapia idonea. Gli effetti avversi sono generalmente associati a dosi elevate oad una somministrazione prolungata e comprendono disturbi a carico della bocca quali gusto metallico, aumentata salivazione, bruciore o dolore, rinite e faringite, irritazione degli occhi e aumentata lacrimazione, bronchite. Altri effetti con minore incidenza comprendono alterazione della funzione tiroidea e ipertiroidismo sintomatico con cefalea,insonnia, tachicardia, aritmie, agitazione, nervosismo, tremori e piu'raramente ipotiroidismo; tali effetti sono reversibili e scompaiono in seguito alla diminuzione della posologia o alla sospensione della terapia.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:

Evitare l'uso del prodotto in gravidanza e durante l'allattamento.