Amoxicillina union

Amoxicillina union è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Antibiotico battericida appartenente al gruppo delle penicilline semi-sintetiche con struttura molto simile alla ampicillina della quale e'un idrossiderivato. Viene rapidamente e quasi completamente assorbitaper via orale, il che contribuisce a rendere meno frequenti gli episo-di di intolleranza gastrointestinale soventemente osservati in corsodi terapia orale con ampicillina.

INDICAZIONI:

Infezioni delle alte e basse vie respiratorie, delle vie urinarie, in-fezioni enteriche epatobiliari. Endocarditi, sepsi, infezioni chirur-giche, gonorrea, infezioni dermatologiche e dei tessuti molli.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Allergia alla penicillina e alle cefalosporine. Gravidanza, primissimainfanzia, allattamento. Mononucleosi infettiva. Infezioni sostenute damicroroganismi produttori di penicillinasi.

POSOLOGIA:

1 compressa 2 volte al giorno. La dose sopra indicata puo' essere aumentata a giudizio del medico. La durata del trattamento deve essere stabilita in rapporto all'evoluzione della forma infettiva.

INTERAZIONI:

E' possibile allergia crociata con la penicillina G o con le cefalo-sporine. La contemporanea assunzione di allopurinolo aumenta la fre-quenza dei rush cutanei. La contemporanea assunzione di contraccetiviorali riduce l'assorbimento di questi ultimi. E' noto un effetto tera-peutico sinergico tra le penicilline semisintetiche e gli aminoglico-sidi. Il probenicid somministrato contemporaneamente prolunga i livel-li ematici delle penicilline per competizione con le stesse a livellorenale. L'acido acetilsalicilico, il fenilbutazone o altri farmaci an-tinfiammatori ne aumentano i livelli plasmatici e l'emivita.

EFFETTI INDESIDERATI:

Eruzione cutanea, angioedema, dermatite esfoliativa, necrolisi epidermica tossica, eritema multiforme, Sindrome di Stevens-Johnson, eosino-filia, anemia emolitica, ipotensione grave e improvvisa, accelerazioneo rallentamento del battito cardiaco, stanchezza, debolezza insolita,ansia, agitazione, vertigine, perdita di coscienza, difficolta' dellarespirazione o della deglutizione, prurito generalizzato, orticariacon o senza angioedema, leucopenia, anemia, agranulocitosi, tromboci-topenia, porpora trombocitopenica, aggregazione piastrinica anormale,diarrea, nausea, vomito, anoressia, dolore epigastrico, gastrite, sto-matite, glossite, colite pseudomembranosa, nefrite interstiziale acu-ta, aumento delle transaminasi sieriche, segni di distruzione epatica,cefalea, superinfezioni da organismi resistenti, arrossamento dellacute, cianosi, sudorazione abbondante, dolori addominali crampiformi,diarrea, reazione simil-malattia da siero.