Amoxicillina ang.

Amoxicillina ang. è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Antibiotico.

INDICAZIONI:

Infezioni da germi sensibili all'amoxicillina: infezioni delle vie respiratorie, otiti medie, infezioni delle vie genitourinarie, infezionidelle vie biliari, infezioni di interesse chirurgico, infezioni dellacute e dei tessuti molli.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' verso i componenti o altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico, in particolare verso penicilline e cefalosporine. Generalmente controindicato in gravidanza e nell'allattamento.

POSOLOGIA:

Adulti: 1 compressa da 1 g per via orale ogni 8-12 ore secondo prescrizione medica. Nella cistite e nell'uretrite gonococcica acuta: 3g in un'unica somministrazione oppure 1,5g in un'unica somministrazione e, dopo 4 ore, 1,5g in un'unica somministrazione.

INTERAZIONI:

E' noto un effetto terapeutico sinergico tra le penicilline semisintetiche e gli aminoglicosidi. Il probenecid somministrato contemporaneamente prolunga i livelli ematici delle penicilline per competizione conle stesse a livello renale. L'acido acetilsalicilico, il fenilbutazoneed altri farmaci antiinfiammatori somministrati a forti dosi, in concomitanza con penicilline, ne aumentano i livelli plasmatici e l'emivita. L'uso concomitante di antibiotici a largo spettro e di contraccettivi orali combinati puo' ridurre l'efficacia del contraccettivo. La contemporanea assunzione di allopurinolo aumenta la frequenza delle eruzioni cutanee.

EFFETTI INDESIDERATI:

REAZIONI DI IPERSENSIBILITA'. Cute - Occasionalmente: eruzione cutanea(orticarioide o eritematosa, maculopapulosa, morbiliforme); raramente: angioedema, dermatite esfoliativa, necrolisi epidermica tossica (sindrome di Lyeil), eritema multiforme; casi isolati: sindrome di Stevens-Johnson. Sangue - Frequentemente: eosinofilia; raramente: anemia emolitica, test di Coombs diretto positivo. Generali - Raramente: reazioneanafilattica (sintomi caratteristici: ipotensione grave e improvvisa,accelerazione o rallentamento del battito cardiaco, stanchezza o debolezza insolite, ansia, agitazione, vertigine, perdita di coscienza, difficolta' della respirazione [da ostruzione laringea o da broncospasmo] o della deglutizione, prurito generalizzato [specialmente alle piante dei piedi o alle palme delle mani], orticaria con o senza angioedema[aree cutanee gonfie e pruriginose localizzate piu' frequentemente alle estremita', ai genitali esterni e al viso, soprattutto nella regione degli occhi e delle labbra], arrossamento della cute [specialmente intorno alle orecchie], cianosi, sudorazione abbondante, nausea vomito,dolori addominali crampiformi, diarrea, reazione simil-malattia da siero (orticaria o eruzioni cutanee accompagnate da artrite, atralgia, mialgia e febbre). SANGUE. Oltre a quelli riportati tra le reazioni diipersensibilita', raramente: anemia, leucopenia, neutropenia, agranulocitosi, trombocitopenia, porpora trombocitopenica, aggregazione piastrinica anormale, prolungamento del tempo di sanguinamento o del tempo di tromboplastina parziale attivata. APPARATO GASTROINTESTINALE. Occasionalmente: diarrea, nausea, vomito, anoressia, dolore epigastrico, gastrite; raramente: glossite, stomatite, colite pseudomembranosa. RENE.Raramente: nefrite interstiziale acuta. FEGATO. Raramente: aumento moderato delle transaminasi sieriche, altri segni di disfunzione epatica(colestatica, epatocellulare, mista colestatica-epatocellulare). SISTEMA NERVOSO. Raramente: cefalea, vertigine. GENERALI. Raramente: superinfezioni da organismi resistenti.