Amlodipina dr red

Amlodipina dr red è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Calcioantagonista (derivato diidropiridinico).

INDICAZIONI:

Ipertensione essenziale. Angina pectoris cronica stabile e vasospastica.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipotensione grave. Shock, incluso lo shock cardiogeno. Ipersensibilita' ai derivati diidropiridinici, all'amlodipina o a qualunque eccipiente. Insufficienza cardiaca a seguito di infarto acuto del miocardio (nel corso dei primi 28 giorni). Ostruzione del percorso di eiezione delventricolo sinistro (ad es. in caso di stenosi aortica grave). Anginapectoris instabile.

POSOLOGIA:

Le compresse devono essere assunte con un bicchiere d'acqua, con o senza cibo; la simultanea assunzione di pompelmo o succo di pompelmo noninfluenza l'effetto dell'amlodipina. Adulti: sia per l'ipertensione che per l'angina la dose abituale iniziale e' 5 mg una volta al giorno,che in base alla risposta individuale puo' essere aumentata fino a unadose massima di 10 mg. Nei pazienti con angina pectoris puo' essere utilizzata come monoterapia o in associazione a medicinali anti-anginosi. L'uso dell'amlodipina non e' raccomandato nei bambini e negli adolescenti (al di sotto di 18 anni) a causa della insufficienza di dati sulla sicurezza ed efficacia. Per i pazienti anziani e' raccomandato ilnormale regime posologico, ma e' necessario prestare attenzione quandosi aumenta la dose. Non e' stato definito un regime posologico per ipazienti con disturbi epatici, percio' il medicinale deve essere somministrato con cautela. L'amlodipina deve essere somministrata con particolare cautela nei pazienti sottoposti a dialisi.

AVVERTENZE:

In pazienti con insufficienza cardiaca di classe NYHA III e IV con eziologia non ischemica, l'amlodipina e' stata associata a un aumento deicasi di edema polmonare. L'emivita dell'amlodipina e' prolungata neipazienti con ridotta funzionalita' epatica e non sono state stabiliteraccomandazioni relative al dosaggio. Negli anziani, l'aumento della dose deve essere effettuato con cautela. Non sono disponibili dati a supporto dell'uso dell'amlodipina non associata ad altre sostanze entroun mese dall'infarto del miocardio. La sicurezza e l'efficacia del prodotto nella crisi ipertensiva non sono state stabilite.

INTERAZIONI:

Non e' necessario un aggiustamento della dose in caso di concomitantesomministrazione di diuretici tiazidici, beta-bloccanti e inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina. La somministrazione concomitante con cimetidina non ha alterato le proprieta' farmacocinetiche dell'amlodipina. Succo di pompelmo: non ha effetti significativi sulleproprieta' farmacocinetiche dell'amlodipina. Il diltiazem inibisce ilmetabolismo dell'amlodipina, probabilmente mediante il CYP3A4, poiche'la concentrazione nel plasma aumenta di circa il 50% e l'effetto dell'amlodipina viene intensificato. Non si puo' escludere che inibitori del CYP3A4 piu' potenti (ad es, ketoconazolo, itraconazolo, ritonavir)aumentino la concentrazione nel plasma dell'amlodipina in misura maggiore di quanto non avvenga con il diltiazem. Non sono disponibili informazioni circa gli effetti degli induttori del CYP3A4 (ad es. rifampicina, erba di San Giovanni) sull'amlodipina; l'associazione deve essereeffettuata con cautela. Nell'uso combinato con sildenafil, ciascun agente ha esercitato individualmente l'effetto di riduzione della pressione. L'amlodipina puo' potenziare l'effetto degli agenti anti-ipertensivi, come gli agenti bloccanti dei recettori beta-adrenergici, ACE-inibitori, alfa-1 bloccanti e diuretici. Nei pazienti a rischio (ad esempio a seguito di infarto del miocardio) la combinazione di un bloccantedel canale del calcio e di un agente bloccante dei recettori beta-adrenergici puo' provocare insufficienza cardiaca, ipotensione ed un (nuovo) infarto del miocardio. La somministrazione concomitante di dosi ripetute di 10 mg di amlodipina e 80 mg di atorvastatina non ha prodottocambiamenti significativi allo stato stazionario nei parametri farmacocinetici dell'atorvastatina. La somministrazione concomitante con digossina non ha prodotto cambiamenti dei livelli sierici o della clearance renale della digossina in volontari sani. La somministrazione concomitante di concomitante non ha alterato in modo significativo l'effettodel warfarin sul tempo di protrombina. Ne' una dose singola, ne' dosiripetute a 10 mg hanno prodotto effetti significativi sulle proprieta' farmacocinetiche dell'etanolo (alcool). La somministrazione concomitante di un antiacido contenente alluminio/magnesio e una singola dosedi amlodipina non ha prodotto effetti significativi sulle proprieta' farmacocinetiche del prodotto. L'amlodipina non altera in modo significativo le proprieta' farmacocinetiche della ciclosporina. Non ha effetto sui parametri di laboratorio.

EFFETTI INDESIDERATI:

L'amlodipina e' generalmente ben tollerata. Frequenze: molto comune (>=1/10), comune (>=1/100 =1/1.000 =1/10.000

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:

Non vi sono dati adeguati riguardanti l'uso dell'amlodipina in donne in gravidanza, quindi non deve essere usata se non in caso di assolutanecessita'. Non vi sono dati adeguati per stabilire se l'amlodipina viene escreta nel latte umano; si raccomanda di interrompere l'allattamento al seno durante il trattamento.