Aminoacidi e b.lim iv

Aminoacidi e b.lim iv è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

SOLUZIONI ENDOVENA.

INDICAZIONI:

Insufficienza renale acuta in trattamento conservativo o dialitico. Malnutrizione nei pazienti con insufficienza renale cronica. Apporto aminoacidico nel periodo post-dialitico. Apporto aminoacidico nel paziente con insufficienza renale post-operatoria. Periodo post-operatorio intermedio.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Turbe del metabolismo dei singoli aminoacidi. Non si conoscono dati sull'uso in gravidanza.

POSOLOGIA:

Secondo prescrizione medica. Orientativamente 250-500 ml al giorno perinfusione lenta endovenosa.

INTERAZIONI:

Non segnalate. E' consigliabile non aggiungere altri farmaci alla soluzione.

EFFETTI INDESIDERATI:

Non sono stati finora segnalati effetti indesiderati durante l'impiegodi aminoacidi. Effetti indesiderati quali febbre, brividi, nausea e vomito, possono essere causati da un'infusione endovenosa rapida. Altrieffetti comprendono eruzioni cutanee, vasodilatazione, dolore addominale e convulsioni. In tal caso sospendere prontamente la somministrazione e se necessario, istituire un'idonea terapia. Possono manifestarsiflebiti o tromboflebiti in sede di iniezione o nel corso della vena usata per l'infusione. Se cio' si verifica scegliere un'altra sede di iniezione. Comunicare immediatamente al medico la comparsa di ogni effetto indesiderato non descritto. Prima della somministrazione, specie nei casi di maggior gravita', e' opportuno eseguire controlli del bilancio idro-elettrolitico e dell'equilibrio acido-base, provvedendo, se del caso, alla somministrazione di correttivi elettrolitici. Inoltre devono essere frequentemente controllati i seguenti parametri: glicemia,proteinemia, tests di funzionalita' epatica e renale, emocromo, potere di combinazione della CO2 , osmolarita' serica, ammoniemia, volemia.La somministrazione della Soluzione di L-aminoacidi essenziali per nefrologia al 5,4% nei bambini e nei neonati con basso peso alla nascita, puo' causare iperammoniemia, specie se vengono impiegati alti dosaggi. Nei pazienti con insufficienza epatica grave la somministrazione della Soluzione di L-aminoacidi essenziali per nefrologia al 5,4% puo' aggravare gli squilibri dell'aminoacidemia e l'iperammoniemia. Nei pazienti in nutrizione parenterale totale in considerazione del cloro contenuto nella soluzione e' consigliabile la somministrazione del fabbisogno giornaliero di sodio e potassio sotto forma di acetati per evitarequadri di ipercloremia. Da usarsi solo per infusione endovenosa lenta. Usare solo soluzioni perfettamente limpide. Ogni flacone va usato per una sola somministrazione, anche se usato parzialmente, la parte residua non va piu' adoperata. Il prodotto contiene sodio metabisolfito:tale sostanza puo' provocare in soggetti sensibili e particolarmente negli asmatici reazioni di tipo allergico ed attacchi asmatici gravi.