Ambroxolo ratio. scir fl

Ambroxolo ratio. scir fl è indicato per il trattamento di:

DENOMINAZIONE:

AMBROXOLO RATIOPHARM - Sciroppo

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Mucolitici.

PRINCIPI ATTIVI:

Ambroxol cloridrato.

ECCIPIENTI:

Idrossietilcellulosa; sorbitolo 70%; glicerolo; acido benzoico; aromaamarena; glicole propilenico; acido tartarico; acqua depurata.

INDICAZIONI:

Trattamento delle affezioni respiratorie caratterizzate da ipersecrezione densa e vischiosa.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Gravi alterazioni epatiche e/o renali.

POSOLOGIA:

Adulti: 10 ml (30 mg) 3 volte al giorno. Bambini fino a 2 anni: 2,5 ml(7,5 mg) 2 volte al giorno. Bambini da 2 a 5 anni: 2,5 ml (7,5 mg) 3volte al giorno. Bambini oltre i 5 anni: 5 ml (15 mg) 3 volte al giorno. Si consiglia di assumere lo sciroppo dopo i pasti. Non usare per trattamenti protratti.

CONSERVAZIONE:

Conservare a temperatura non superiore a 25 gradi C.

AVVERTENZE:

A causa del sorbitolo presente nella formulazione i soggetti con rareforme ereditarie di intolleranza al fruttosio non devono assumere questo medicinale. La quantita' di sorbitolo contenuta in questo prodottomedicinale puo' causare un lieve effetto lassativo. Il valore caloricodel sorbitolo e' di 2,6 kcal/g. L'ambroxolo deve essere somministratocon cautela nei pazienti affetti da ulcera peptica.

INTERAZIONI:

In genere non interferisce con altri farmaci.

EFFETTI INDESIDERATI:

Raramente: stanchezza, secchezza delle fauci, rinorrea, disuria, cefalea, disturbi gastrointestinali (pirosi, dispepsia, stipsi, nausea e vomito), dermatite da contatto o altre reazioni allergiche (soprattuttoeruzioni cutanee).

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:

Non sono disponibili dati clinici relativi a gravidanze esposte. E' necessario essere prudenti nel prescrivere il medicinale a donne in stato di gravidanza. In gravidanza i farmaci devono essere prescritti solose il beneficio atteso per la madre e' considerato maggiore del rischio del feto. Tutti i farmaci dovrebbero essere evitati, se possibile,durante il primo trimestre di gravidanza. Il farmaco viene secreto nellatte materno. L'uso di ambroxol da parte della madre puo' causare effetti indesiderati nel lattante; pertanto e' necessario decidere se interrompere l'allattamento o il trattamento con il medicinale, tenendoin considerazione l'importanza dela terapia per la madre.