Ambroxolo ratio aer

Ambroxolo ratio aer è indicato per il trattamento di:

DENOMINAZIONE:

AMBROXOLO RATIOPHARM - Soluzione da nebulizzare

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Espettoranti, escluse le associazioni antitosse.

PRINCIPI ATTIVI:

Ambroxolo cloridrato.

ECCIPIENTI:

Sodio fosfato monobasico biidrato; sodio fosfato bibasico biidrato, acqua per preparazioni iniettabili.

INDICAZIONI:

Trattamento delle turbe della secrezione nelle affezioni broncopolmonari acute e croniche.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Gravi alterazioni epatiche e/o renali.

POSOLOGIA:

Adulti e bambini di eta' superiore a 5 anni: 2-3 ml di soluzione 1-2 volte al giorno. Bambini di eta' inferiore a 5 anni: 2 ml di soluzione1-2 volte al giorno. Poiche' nella respirazione profonda di aerosol puo' subentrare tosse, si deve cercare di respirare normalmente durantel'inalazione. Si consiglia di riscaldare la soluzione fino alla temperatura corporea prima dell'inalazione. In pazienti affetti da asma bronchiale si raccomanda di somministrare il consueto broncospasmolitico prima dell'inalazione. Non usare per trattamenti protratti.

CONSERVAZIONE:

Conservare a temperatura non superiore a 25 gradi C.

AVVERTENZE:

Lo sciroppo (flacone 200 ml e contenitori monodose 10 ml) contiene acido benzoico; tale sostanza e' leggermente irritante per occhi, cute emembrane mucose. Puo' aumentare il rischio di ittero nei neonati. L'ambroxolo deve essere somministrato con cautela nei pazienti affetti daulcera peptica.

INTERAZIONI:

In genere non interferisce con altri farmaci.

EFFETTI INDESIDERATI:

Raramente: stanchezza, secchezza delle fauci, rinorrea, disuria, cefalea, disturbi gastrointestinali (pirosi, dispepsia, stipsi, nausea e vomito), dermatite da contatto o altre reazioni allergiche (soprattuttoeruzioni cutanee).

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:

Per ambroxolo non sono disponibili dati clinici relativi a gravidanzeesposte. E' necessario essere prudenti nel prescrivere il medicinale adonne in stato di gravidanza. In gravidanza i farmaci devono essere prescritti solo se il beneficio atteso per la madre e' considerato maggiore del rischio del feto. Tutti i farmaci dovrebbero essere evitati,se possibile, durante il primo trimestre di gravidanza. Il farmaco viene secreto nel latte materno. L'uso di ambroxolo da parte della madrepuo' causare effetti indesiderati nel lattante; pertanto e' necessariodecidere se interrompere l'allattamento o il trattamento con il medicinale, tenendo in considerazione l'importanza del farmaco per la madre.