Almarytm iv

Almarytm iv è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Antiaritmico della classe 1C, anestetico locale, deprime la conduzioneentro il tessuto miocardico, rallentando la depolarizzazione dellacellula cardiaca (fase O), agisce prevalentemente sul sistema di con-duzione di His-Purkinje (conduzione H-V) e, in modo minore, sulla con-duzione nodale atrio ventricolare e inter atriale. Un effetto signifi-cativo sul periodo refrattario e' stato osservato solo nel ventricolo.Il tempo di recupero del nodo del seno puo' aumentare significativa-mente in particolare nei pazienti con malattia del nodo del seno.Ha un lieve effetto inotropo negativo.

INDICAZIONI:

Aritmia in assenza di patologia cardiaca di tipo organico, aritmie i-percinetiche ventricolari (tachicardia ventricolare sostenuta).

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Preesistente blocco A-V di II e III grado, pazienti con blocco dibranca destro associato ad emiblocco sinistro (blocco bifascicolare),con blocco di branca sinistro (a meno che non siano portatori di pacemaker). Shock cardiogeno, insufficienza cardiaca non compensata, nelgiovane al di sotto dei 18 anni.Grave insufficienza epatica, gravidanza, allattamento.

POSOLOGIA:

Somministrare per via e.v. lenta alla dose di 1-2 mg/kg di peso, som-ministrata in un tempo non inferiore a 10 minuti. Se preferito la dosepuo' essere diluita con soluzione di destrosio al 5% e somministrata Come minifleboclisi (50-100ml). Nei pazienti con tachicardia ventricolare si raccomanda di somministrare il farmaco piu' lentamente. Per talipazienti si raccomanda che la dose iniziale sia somministrata in nonmeno di 30 minuti. La dose massima raccomandata da somministrare in "bolo" e' 50mg.Fleboclisi: quando e' necessaria una prolungata somministrazione parennterale si raccomanda di iniziare con una lenta iniezione e.v. (non meno di 30 minuti) e di proseguire con fleboclisi ai seguenti ritmi di infusione: prima ora - 1,5 mg/kg di peso/ora; seconda ora e successive- 0,1-0,25mg/kg di peso/ora. Si raccomanda che la durata di infusionenon superi le 24 ore.

INTERAZIONI:

E' sconsigliata l'associazione con altri antiaritmici, digitale, betabloccanti.

EFFETTI INDESIDERATI:

Aggravamento delle aritmie per cui viene utilizzato.