Alkeran

Alkeran è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Potente citostatico della famiglia degli agenti alchilanti interferi-sce con la mitosi e la divisione cellulare nei tessuti in rapida pro-liferazione.

INDICAZIONI:

Somministrato per perfusione arteriosa regionale, e'indicato nel trattamento di:- melanoma maligno localizzato delle estremita';- sarcoma dei tessuti molli localizzato delle estremita'.Al dosaggio convenzionale per via endovenosa, puo'essere usato nel trattamento di:- mieloma multiplo;- neuroblastoma avanzato nell'infanzia.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Non deve essere somministrato a pazienti che hanno presentato in passato reazioni di ipersensibilita' al Melfalan o ad altri componenti delrodotto. Generalmente controindicato in gravidanza e durante l'allattamento. E' molto raramente indicato nei bambini.Pazienti con insufficienza renale: e'prudente utilizzare una dose ridotta.

POSOLOGIA:

Mieloma multiplo: e' stato impiegato su base intermittente da solo, oin associazione con altri farmaci citotossici, a dosi varianti tra 8 e30 mg/m2 di superficie corporea, somministrati ad intervalli compresitra le 2 e le 6 settimane.Adenocarcinoma ovarico avanzato: Se somministrato per via endovenosa da solo, e' stata spesso impiegata la dose di 1 mg/kg di peso corporeo(circa 40mg/m2 di superficie corporea) somministrata ad intervalli di4 settimane. Se somministrato in associazione con altri farmaci citotossici, sono state impiegate dosi comprese tra 0,3 e 0,4 mg/kg di pesocorporeo (12-16 mg/m2 di superficie corporea) ad intervalli di 4-6 settimane.Melanoma maligno: La perfusione regionale associata ad ipertermia e' stata impiegata come adiuvante alla chirurgia per i melanomi maligni allo stadio iniziale e come trattamento palliativo nelle forme avanzatema localizzate. Sarcoma dei tessuti molli: La perfusione regionale e'stata associata ad ipertermia nel trattamento di tutti gli stadi di sarcoma dei tessuti molli localizzato, generalmente in associazione conla chirurgia. Uso nei bambini (Neuroblastoma avanzato nell'infanzia):Alte dosi comprese tra 100 e 240 mg/m2 di superficie corporea (a voltesuddivise in modo omogeneo in 3 giorni consecutivi) in associazione al trapianto di midollo osseo autologo, sono state impiegate da sole oin associazione con radioterapia e/o altri farmaci citotossici.

INTERAZIONI:

Melfalan e acido nalidixico possono provocare casi di enterocoliteemorragica fatale nei bambini.Da non associare alla ciclosporina.

EFFETTI INDESIDERATI:

Depressione midollare, effetto leucemogeno.Occasionalmente sono stati osservati casi di stomatite, rari casi di reazioni allergiche. Occasionalmente sono stati riferiti alcuni casi dieruzione maculo-papulosa e di prurito. Sono stati inoltre riferiti casi di fibrosi polmonare fatale e di anemia emolitica.Sono stati riferiti casi di alopecia, ma sono poco frequenti.Sono stati inoltre riferiti casi di fibrosi polmonare fatale ed anemiaemolitica.