Albital

Albital è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Soluzione di Albumina Umana.

INDICAZIONI:

Reintegro di albumina in pazienti con deficit di albumina e di volumeematico.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Anamnesi positiva per reazioni allergiche ai preparati di albumina umana. Reazioni allergiche a questo preparato. Tutte le condizioni in cuil'ipervolemia e le sue conseguenze (per esempio incremento della gittata cardiaca, elevata pressione ematica) o l'emodiluizione possano rappresentare un rischio per il paziente. Esempi di tale condizioni sono:Insufficienza cardiaca scompensata; Ipertensione; Varici esofagee; Edema polmonare; Diatesi emorragica; Anemia grave; Insufficienza renaleorganica o ostruttiva; Disidratazione (a meno che non venga somministrata contemporaneamente una quantita' sufficiente di liquidi). Gravidanza e allattamento: la sicurezza dell'uso dell'albumina umana durante la gravidanza non e' stata stabilita da studi clinici controllati. Gliesperimenti sull'animale non sono sufficienti per dimostrare la sicurezza nei confronti della riproduzione, dello sviluppo dell'embrione e del feto, del decorso della gestazione e dello sviluppo peri e post-natale. Pero' l'albumina umana e' un normale costituente del sangue umano, pertanto puo' essere usata, nei casi di chiaro bisogno, durante la gravidanza e l'allattamento.

POSOLOGIA:

In generale, il dosaggio e la velocita' di infusione devono essere stabiliti a seconda delle necessita' individuali del paziente. Quando l'albumina umana e' usata nella terapia di reintegro, il dosaggio richiesto e' dettato dai comuni parametri circolatori. Il limite piu' basso per la pressione colloido-osmotica e' 20 mmHg (2.7 kPa). Se si deve somministrare albumina la dose necessaria in grammi puo' essere calcolatausando la seguente formula: [proteine totali richieste (g/l) - proteine totali dosate (g/l)] x volume plasmatico (l) x 2. Il volume plasmatico fisiologico puo' essere calcolato corrispondente approssimativamente a 40 ml/Kg di peso corporeo. Dato che in ogni caso la formula e' indicativa si raccomanda il monitoraggio laboratoristico della concentrazione proteica ottenuta. Uso pediatrico. Nei bambini deve essere tenuto conto del fatto che il volume plasmatico fisiologico dipende dall'eta'.

INTERAZIONI:

Fino ad oggi non e' conosciuta alcuna interazione dell'albumina umanacon altri prodotti.

EFFETTI INDESIDERATI:

Gli effetti indesiderati dopo la somministrazione di albumina umana sono rari. Lievi reazioni come senso di arrossamento, orticaria, febbre,nausea scompaiono di solito rapidamente con il rallentamento della velocita' di infusione o con l'interruzione dell'infusione. In casi singoli si possono verificare reazioni che possono arrivare allo shock. Inquesti casi l'infusione deve essere interrotta e deve essere intrapreso l'opportuno trattamento. Quando si somministrano specialita' medicinali preparate da sangue o plasma umano non puo' essere totalmente escluso il rischio di trasmissione di agenti infettivi. Cio' si applica anche ai patogeni di natura finora sconosciuta. Per quanto riguarda ilrischio di trasmissione di agenti infettivi viene effettuata una selezione dei donatori e delle donazioni con mezzi idonei. Ogni unita' di plasma usata per la produzione di ALBITAL e' controllata per l'assenzadell'HBsAg, degli anticorpi anti-HIV1, anti-HIV2 e anti-HCV e sottoposta a screening per il contenuto di ALT; il plasma pool e' stato inoltre controllato per la presenza di HCV-RNA mediante tecnica di amplificazione genica ed e' risultato non reattivo. Durante la produzione vengono effettuate procedure di rimozione e di inattivazione. I trattamentidi ultrafiltrazione e diafiltrazione rimuovono la presenza di ioni metallici; di conseguenza viene drasticamente ridotto il rischio di accumulo di Alluminio e la sua relativa tossicita'.