Akineton fiale im ev

Akineton fiale im ev è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Antiparkinson.

INDICAZIONI:

Trattamento coadiuvante di tutte le forme di parkinsonismo (morbo di Parkinson, sindrome parkinsoniana post-encefalitica, sindrome parkinsoniana arteriosclerotica, sindrome extrapiramidale da neurolettici), specie se gravi o in casi di urgenza.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' al principio attivo o ad altri componenti del medicinale. Glaucoma acuto, stenosi meccanica del tratto gastrointestinale, megacolon, atonia intestinale e sindromi da ritenzione urinaria. Generalmente controindicato in gravidanza e nell'allattamento.

POSOLOGIA:

PARKINSONISMO: in casi gravi si consiglia la somministrazione di 2 (4)fiale per via intramuscolare od endovenosa lenta distribuite nel corso della giornata. La dose di mantenimento per via orale e' di 1/2 - 2compresse da 2 mg, 3 - 4 volte al giorno. SINTOMI EXTRAPIRAMIDALI da farmaci (fenomeni eccitomotori-parkinsonoidi): la dose per gli adulti e' di 1/2 - 1 (2) fiale per via intramuscolare od endovenosa lenta.

INTERAZIONI:

La somministrazione di Akineton in combinazione con altri farmaci psicotropi anticolinergici, farmaci antiparkinsoniani e antispastici puo'potenziare gli effetti collaterali centrali e periferici. La contemporanea assunzione di chinidina puo' potenziare l'effetto anticolinergico, specialmente per quanto riguarda la conduzione atrioventricolare cardiaca. La somministrazione simultanea di L-Dopa e Akineton Soluzione iniettabile puo' accentuare la discinesia. I sintomi parkinsoniani in presenza di una discinesia tardiva sono talvolta cosi' gravi da imporrela continuazione della terapia anticolinergica. I farmaci anticolinergici possono accentuare gli effetti collaterali della petidina sul sistema nervoso centrale. L'azione della metoclopramide e di farmaci similari sul tratto gastrointestinale e' antagonizzata da Akineton Soluzione iniettabile.

EFFETTI INDESIDERATI:

Come tutti gli anticolinergici, puo' dar luogo a secchezza delle faucie disturbi dell'accomodazione, visione indistinta, ipertensione oculare, costipazione, disturbi della minzione, che sono tuttavia molto rari. Questi effetti possono essere eliminati con la riduzione della dosesomministrata. In qualche caso si possono presentare anche senso di stanchezza, torpore e vertigini, eventualmente anche accelerazione delpolso. Queste manifestazioni scompaiono spesso dopo un certo tempo, senza variare la dose. In rari casi sara'necessario ridurre la dose ed interrompere il trattamento. In pazienti particolarmente sensibili (specie soggetti ansiosi o cerebropatici) o in casi di abuso, e' possibilela comparsa di agitazione, euforia, disturbi del comportamento, staticonfusionali. Queste evenienze comportano l'interruzione del trattamento ed il ricorso al medico, che decidera' sull'eventuale prosecuzionedella cura. Se Akineton Soluzione iniettabile viene associato a psicofarmaci a posologie elevate si puo' sviluppare un quadro delirante conallucinazioni ottiche. In caso di somministrazione endovenosa di Akineton Soluzione iniettabile si puo' avere un abbassamento della pressione sanguigna.