Airtal cr

Airtal cr è indicato per il trattamento di:

DENOMINAZIONE:

AIRTAL

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Farmaci per uso topico per dolori articolari e muscolari.

PRINCIPI ATTIVI:

100 g di crema contengono: aceclofenac 1,5 g.

ECCIPIENTI:

Cera emulsionante, paraffina liquida, propilparaidrossibenzoato, metilparaidrossibenzoato, acqua purificata.

INDICAZIONI:

Trattamento locale di stati dolorosi e flogistici di natura reumaticao traumautica delle articolazioni, dei muscoli, dei tendini e dei legamenti come ad esempio tendiniti, tenosinoviti, distorsioni, contusioni, periartriti, dislocazioni, lombalgie, torcicollo, borsiti, stiramenti e postumi da traumi.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Il prodotto e' controindicato nei casi di ipersensibilita' verso aceclofenac o a farmaci antinfiammatori non steroidei, incluso l'acido acetilsalicilico, nonche' in caso di ipersensibilita' verso altri componenti del prodotto stesso. Il prodotto e' altresi' controindicato in eta'pediatrica.

POSOLOGIA:

Applicare 1,5 g - 2 g di prodotto 1,5 g/100 g crema pari a 4-5 cm trevolte al giorno sulla parte interessata o secondo prescrizione medica.

CONSERVAZIONE:

Conservare a temperatura non superiore a 30 gradi C.

AVVERTENZE:

Solo per uso esterno. Il prodotto 1,5 g/100 g crema non deve essere applicato su piaghe o ferite aperte. Evitare il contatto con gli occhi ocon membrane mucose. Essendo stati evidenziati negli studi sperimentali casi di fotoallergia, evitare l'esposizione ai raggi solari dopo l'applicazione del prodotto. L'uso prolungato di prodotti per uso dermatologico puo' dar luogo a fenomeni di sensibilizzazione. L'uso del medicinale, come di qualsiasi farmaco inibitore della sintesi delle prostaglandine e della ciclossigenasi e' sconsigliato nelle donne che intendono iniziare una gravidanza. La somministrazione del farmaco dovrebbeessere sospesa nelle donne che hanno problemi di fertilita' o che sonosottoposte a indagini sulla fertilita'.

INTERAZIONI:

Al momento non sono noti casi di interazione.

EFFETTI INDESIDERATI:

Occasionalmente e per lo piu' dopo somministrazioni prolungate, possono manifestarsi in forma lieve o moderata prurito, arrossamento e irritazione locale, eventi che scompaiono con la sospensione del trattamento.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:

Si sconsiglia l'uso del prodotto in gravidanza anche se dagli studi sperimentali non risulta ne' teratogeno ne' embriotossico. Al momento non e' noto se il farmaco venga escreto nel latte materno, pertanto none' consigliato l'uso del prodotto durante il periodo di allattamento.