Aerius

Aerius è indicato per il trattamento di:

DENOMINAZIONE:

AERIUS 2,5 MG COMPRESSE

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Antistaminici - H 1 antagonista.

PRINCIPI ATTIVI:

2,5 mg di desloratadina.

ECCIPIENTI:

Cellulosa microcristallina, amido pregelatinizzato, amido di sodio glicolato, magnesio stearato, copolimero metacrilato butilato, crospovidone, sodio idrogeno carbonato, acido citrico, silice colloidale diossido, ossido ferrico, mannitolo, aspartame E951, aroma Tutti-Frutti.

INDICAZIONI:

Il medicinale e' indicato per il trattamento sintomatico di: rinite allergica, orticaria.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' al principio attivo, ad uno qualsiasi degli eccipienti, o alla loratadina.

POSOLOGIA:

Bambini di eta' compresa tra i 6 e gli 11 anni: una compressa orodispersibile posta nella bocca una volta al giorno per il sollievo dei sintomi associati alla rinite allergica (inclusa rinite allergica intermittente e persistente) e all'orticaria. Adulti e adolescenti (12 anni dieta' o superiore): due compresse orodispersibili poste nella bocca una volta al giorno per il sollievo dei sintomi associati alla rinite allergica (inclusa rinite allergica intermittente e persistente) e all'orticaria. La compressa si puo' assumere indipendentemente dall'ora deipasti. Esiste un limitato numero di studi clinici che hanno valutatol'efficacia di desloratadina negli adolescenti di eta' 12 e 17 anni. Si deve trattare la rinite allergica intermittente (presenza dei sintomi per meno di 4 giorni nel corso di una settimana o per meno di 4 settimane) in accordo con la valutazione della storia clinica del pazientee si puo' interrompere il trattamento dopo la risoluzione dei sintomie ricominciare dopo che siano riapparsi. Nel caso di rinite allergicapersistente (presenza dei sintomi per 4 giorni o piu' nel corso di una settimana e per piu' di 4 settimane) si puo' consigliare ai pazientiun trattamento continuativo durante il periodo di esposizione degli allergeni. Immediatamente prima dell'uso e' necessario rimuovere con attenzione la pellicola e prelevare la dose di compressa orodispersibilesenza romperla. La dose di compressa orodispersibile va posta nella bocca dove si disperdera' immediatamente. Non sono necessari acqua o altri liquidi per ingerire la dose. E' necessario assumere la dose non appena il blister e' stato aperto.

CONSERVAZIONE:

Conservare nella confezione originale.

AVVERTENZE:

Non sono state stabilite l'efficacia e la sicurezza delle compresse orodispersibili nei bambini di eta' inferiore ai 6 anni. In caso di insufficienza renale grave, il farmaco deve essere usato con cautela. Ognicompressa orodispersibile del prodotto contiene 1,4 mg di fenilalanina. La fenilalanina puo' essere dannosa per chi soffre di fenilchetonuria.

INTERAZIONI:

Nel corso degli studi clinici con le compresse nei quali sono stati somministrati contemporaneamente eritromicina o ketoconazolo non sono state osservate interazioni di rilevanza clinica. In uno studio di farmacologia clinica l'assunzione concomitante delle compresse con alcool non ha mostrato di potenziare gli effetti dannosi dell'alcool sulle capacita' psicofisiche dei soggetti.

EFFETTI INDESIDERATI:

In studi clinici, la desloratadina nella formulazione sciroppo e' stata somministrata alla popolazione pediatrica. L'incidenza globale deglieventi avversi era simile tra il gruppo che assumeva desloratadina sciroppo e il gruppo che assumeva placebo e non differiva in modo significativo rispetto al profilo di sicurezza osservato nei pazienti adulti. In studi clinici condotti in un certo numero di indicazioni, comprese rinite allergica e orticaria cronica idiopatica, alla dose raccomandata di 5 mg al giorno, sono stati segnalati effetti indesiderati con le compresse in una percentuale superiore al 3 % rispetto al placebo. Gli eventi indesiderati segnalati con una frequenza maggiore in eccessodi placebo sono stati affaticamento (1,2 %), secchezza delle fauci (0,8 %) e cefalea (0,6 %). In uno studio clinico in 587 pazienti adolescenti di eta' compresa tra 12 e 17 anni, l'effetto indesiderato piu' comune e' stato la cefalea; questo si e' verificato nel 5,9 % dei pazienti trattati con desloratadina e nel 6,9 % dei pazienti che avevano ricevuto il placebo. Altri effetti indesiderati segnalati molto raramentedurante la commercializzazione sono elencati nella tabella sottostante. Disturbi psichiatrici: allucinazioni. Patologie del sistema nervoso: capogiro, sonnolenza, insonnia, iperattivita' psicomotoria, convulsioni. Patologie cardiache: tachicardia, palpitazioni. Patologie gastrointestinali: dolore addominale, nausea, vomito, dispepsia, diarrea. Patologie epatobiliari: aumento degli enzimi epatici, aumento della bilirubina, epatite. Patologie del sistema muscoloscheletrico e del tessutoconnettivo: mialgia. Patologie sistemiche. Reazioni di ipersensibilita' (come anafilassi, angioedema, dispnea, prurito, rash e orticaria).

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:

Negli studi sugli animali la desloratadina si e' dimostrata non teratogena. Non e' stata stabilita la sicurezza d'impiego del medicinale durante la gravidanza. Pertanto l'utilizzo durante la gravidanza non e' raccomandato. La desloratadina viene escreta nel latte materno, pertanto non e' raccomandata l'assunzione di Aerius in donne che allattano.