Acido pipemidico jet

Acido pipemidico jet è indicato per il trattamento di:

DENOMINAZIONE:

ACIDO PIPEMIDICO JET GENERICI

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Antibatterici chinolonici.

PRINCIPI ATTIVI:

Acido pipemidico 400 MG.

ECCIPIENTI:

Sodio carbossimetilamido, talco, magnesio stearato, amido, gelatina, E171

INDICAZIONI:

Infezioni delle vie urinarie (cistiti, pieliti, cistopieliti, uretriti, pielonefriti, ecc.) sostenute da germi sensibili.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' gia' nota nei confronti dell'acido pipemidico. Non e'consigliabile l'uso nell'infanzia.

POSOLOGIA:

La posologia consigliata e' di 800 mg pro die in due somministrazionia distanza di 12 ore, preferibilmente a stomaco pieno. E' consigliabile assumere il farmaco per almeno 10 giorni per evitare il rischio di ricadute sempre possibili per tutte le terapie delle infezioni delle vie urinarie. In caso di infezioni croniche o recidivanti, il medicinalepuo' essere assunto per un lungo periodo di tempo.

CONSERVAZIONE:

Conservare a temperatura non superiore a 30 gradi C.

AVVERTENZE:

A causa di possibili rischi di fotosensibilizzazione evitare durante il trattamento l'esposizione al sole o l'uso di lampade abbronzanti.

INTERAZIONI:

E' stata osservata resistenza crociata con acido nalidixico e con acido oxolinico.

EFFETTI INDESIDERATI:

Raramente sono state osservate manifestazioni allergiche quali pruritoe rash di tipo esantematico o orticarioide. Nausea, gastralgie si manifestano in circa il 2% dei pazienti e si attenuano somministrando ilprodotto a stomaco pieno. Eccezionalmente si possono osservare manifestazioni neurosensoriali e psichiche con vertigini e disturbi dell'equilibrio in soggetti anziani.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:

Nelle donne in stato di gravidanza accertata o presunta il farmaco vasomministrato nei casi di effettiva necessita' e sotto il diretto controllo del medico. In caso di allattamento al seno il prodotto deve essere impiegato con prudenza in quanto passa in tracce nel latte materno.