Acetilcisteina ev neb

Acetilcisteina ev neb è indicato per il trattamento di:

DENOMINAZIONE:

ACETILCISTEINA ALMUS

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Mucolitici.

PRINCIPI ATTIVI:

N-acetilcisteina 300 mg.

ECCIPIENTI:

Sodio idrossido, sodio edetato, acqua per preparazioni iniettabili.

INDICAZIONI:

Trattamento delle affezioni respiratorie caratterizzate da ipersecrezione densa e vischiosa: bronchite acuta, bronchite cronica e sue riacutizzazioni, enfisema polmonare, mucoviscidosi e bronchiectasie. Intossicazione accidentale o volontaria da paracetamolo. Uropatie da iso e ciclofosfamide.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Gravidanza e allattamento.

POSOLOGIA:

Intossicazione accidentale o volontaria da paracetamolo. Dose inizialedi 150 mg/Kg di peso corporeo addizionata ad un uguale volume di soluzione glucosata al 5% e iniettata per via endovenosa in 15 minuti. Dosi successive: 50 mg/Kg da somministrare in 4 ore per fleboclisi con soluzione glucosata al 5% seguiti da una dose ulteriore di 100 mg/Kg daperfondere per via venosa in 16 ore, sempre con soluzione glucosata al5%. Somministrazione per aerosol: si nebulizza una fiala ogni seduta,effettuando 1-2 sedute giornaliere per 5-10 giorni. Data la elevata tollerabilita' del preparato, la frequenza delle sedute e le dosi per ciascuna di esse possono essere modificate dal medico entro limiti abbastanza ampi, in rapporto alla forma clinica e all'effetto terapeutico,e senza la necessita' di differenziare nettamente le dosi per l'adulto da quelle pediatriche. Instillazione endotracheobronchiale: si somministra con le modalita' prescelte (sondini permanenti, broncoscopio, ecc.) 1 fiala per volta 1-2 volte al giorno o in rapporto alle necessita'. Instillazioni o lavaggi auricolari o di altre cavita': mezza o 1 fiala per volta. Eventuali aggiustamenti della posologia possono riguardare la frequenza delle somministrazioni o il frazionamento della dosema devono comunque essere compresi entro il dosaggio massimo giornaliero di 600 mg.

CONSERVAZIONE:

Nessuna speciale precauzione per la conservazione.

AVVERTENZE:

La somministrazione di acetilcisteina, specialmente per aerosol, all'inizio del trattamento, puo' fluidificare le secrezioni bronchiali ed aumentarne nello stesso tempo il volume; se il paziente e' incapace diespettorare in modo efficace, per evitare la ritenzione di secreti occorre ricorrere al drenaggio posturale o, eventualmente, alla broncoaspirazione. I pazienti affetti da asma bronchiale debbono essere strettamente controllati durante la terapia; se compare broncospasmo il suo trattamento deve essere immediatamente sospeso. Il medicinale resenta,aprendo la fiala, un odore sulfureo che non disturba pero' in alcun modo la somministrazione del preparato. La soluzione di acetilcisteina conservata nella fiala aperta, o trasferita all'apparecchio per aerosol, puo' eccezionalmente assumere una colorazione rosa, senza che per questo l'attivita' e la tollerabilita' del preparato siano compromesse.

INTERAZIONI:

Puo' essere somministrato insieme ai comuni farmaci broncodilatatori,vasocostrittori, ecc. Per le esigenze di una terapia locale mucolitico-antibiotica e' consigliabile somministrare separatamente i vari farmaci in quanto, per alcuni antibiotici, esiste incompatibilita' al lorouso contemporaneo.

EFFETTI INDESIDERATI:

L'impiego del prodotto, per via sistemica, puo', occasionalmente, essere seguito da reazioni di ipersensibilita' come orticaria e raramenteda broncospasmo. In caso di somministrazioni per aerosol sono anche possibili, occasionalmente, irritazioni nasofaringee e gastrointestinalicome rinorrea, stomatiti, nausea e vomito

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:

Come per gli altri farmaci, la sua somministrazione nel corso della gravidanza o durante il periodo di allattamento va effettuata solo in caso di effettiva necessita' sotto il diretto controllo del medico.