Acetamol bb

Acetamol bb è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Analgesico ed antipiretico.

INDICAZIONI:

Trattamento sintomatico della febbre e del dolore lieve o moderato.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Ipersensibilita' verso i componenti o altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico; in particolare verso altri analgesici ed antipiretici. I prodotti a base di paracetamolo sono controindicati nei pazienti affetti da grave anemia emolitica. Grave insufficienzaepatocellulare. Il paracetamolo e' generalmente controindicato durante la gravidanza e l'allattamento.

POSOLOGIA:

Eta': Nascita-1 mese, 1 mese-2 anni, 2-12 anni, uso orale (dose singola): 10 -15 mg/kg. 12-18 anni: Uso orale: 500 mg-1gr. Adulti: 500 mg-1g. Dose massima nelle 24 ore: < 3 mesi = 60 mg/kg, > 3 mesi = 80 mg/kg,adulti = 4 g. Frequenza: la dose singola puo' essere ripetuta ogni 4-6 ore. Uso rettale (dose singola): Nascita-1 mese, 1 mese-2 anni, 2-12anni: 20 mg/kg; 12-18 anni: 500 mg-1g. Adulti: 500 mg-1g. Dose massima nelle 24 ore: < 1 mese = 4 dosi, > 1 mese = 90 mg/kg, adulti=4g. . Frequenza: la dose singola puo' essere ripetuta ogni 4-6 ore. Al di sotto dei tre mesi, in caso di ittero, la dose singola per via orale deveessere ridotta a 5 mg/kg. ACETAMOL 300 mg granulato effervescente. Bambini da 8 a 12 anni e di peso superiore ai 25 kg. Usare il farmaco solo dopo aver consultato il medico e rispettare le sue prescrizioni circa le dosi e la durata del trattamento. Una bustina da 300 mg ogni 4-6ore (mai meno di 4 ore tra una e l'altra). Non superare le 6 bustinenelle 24 ore. Adolescenti (12-18 anni). Una bustina da 300 mg ogni 4-6ore (mai meno di 4 ore tra una e l'altra). All'occorrenza la dose puo' essere aumentata fino a 900 mg assumendo due o tre bustine insieme.Non superare i 4 g (13 .bustine) nelle 24 ore. Adulti. Una dose da 600-900 mg di paracetamolo (corrispondente a 2-3 bustine) ripetibile, incaso di necessita', ogni 4-6 ore. Non superare i 4 g (13 bustine) nelle 24 ore. Durata del trattamento. In genere le comuni cause di febbreo dolore si risolvono rapidamente. Consultare il medico se i disturbidurano piu' di tre giorni. ACETAMOL ADULTI 500 mg compresse. Adolescenti (12-18 anni). Una compressa da 500 mg ogni 4-6 ore (mai meno di 4 ore tra una e l'altra). All'occorrenza la dose puo' essere raddoppiataassumendo due compresse insieme. Non superare i 4 g (8 compresse) nelle 24 ore. Adulti. Una dose da 500-1000 mg di paracetamolo (1-2 compresse) ogni 4-6 ore (mai meno di 4 ore tra una e l'altra). Non superare i4 g (8 compresse) nelle 24 ore. Durata del trattamento. In genere lecomuni cause di febbre o dolore si risolvono rapidamente. Consultare il medico se i disturbi durano piu' di tre giorni. ACETAMOL PRIMA INFANZIA 25 mg/mL sciroppo. Usare il farmaco solo dopo aver consultato il medico e rispettare le sue prescrizioni circa le dosi e la durata del trattamento. Il cucchiaino dosatore presente nella confezione contiene5 mL di sciroppo (corrispondenti a 125 mg di paracetamolo) se riempitofino all'orlo; mezzo cucchiaino contiene 2,5 mL (corrispondenti a 62,5 mg di paracetamolo ). Per misurare volumi diversi utilizzare una comune siringa da 5 o 10 mL. Bambini fino a 3 mes. 20-30 mg di paracetamolo per ogni 2 kg di peso. Normalmente puo' essere somministrata la dose intermedia di 25 mg per ogni 2 kg di peso corrispondente ad 1 millilitro (mL) di sciroppo ogni 4-6 ore (mai meno di 4 ore tra una dose e l'altra). Non superare nelle 24 ore la dose totale di 60 mg per kg di peso. Non superare le 4 dosi nelle 24 ore. Bambini da 3 a 24 mesi. 20-30 mg di paracetamolo per ogni 2 kg di peso. Normalmente puo' essere somministrata la dose intermedia di 25 mg per ogni 2 kg di peso corrispondente ad 1 millilitro (mL) di sciroppo ogni 4-6 ore (mai meno di 4 ore tra una dose e l'altra). Non superare nelle 24 ore la dose totale di80 mg per kg di peso. Non superare le 6 dosi nelle 24 ore. ACETAMOL 25 mg/mL Sciroppo puo' essere assunto dai bambini di qualsiasi eta' calcolando la dose corretta in base al peso. Il medicinale tuttavia e' identificato come Prima Infanzia poiche', essendo confezionato in flaconi da 100 mL, puo' risultare insufficiente per i bambini di peso superiore a 15 kg non riuscendo a coprire un adeguato numero di giorni di trattamento. ACETAMOL ADULTI 1 g supposte. Adolescenti (12-18 anni) e adulti. Una supposta da 1 g ogni 4-6 ore (mai meno di 4 ore tra una e l'altra). Non superare le 4 supposte nelle 24 ore. Durata del trattamento. In genere le comuni cause di febbre o dolore si risolvono rapidamente. Consultare il medico se i disturbi durano piu' di tre giorni. ACETAMOL 500 mg supposte. Bambini da 8 a 12 anni e di peso superiore ai 25kg. Usare il farmaco solo dopo aver consultato il medico e rispettarele sue prescrizioni circa le dosi e la durata del trattamento. Una supposta da 500 mg ogni 4-6 ore (mai meno di 4 ore tra una e l'altra). Il numero massimo di supposte nelle 24 ore e' di 4 per i bambini di 25-30 kg e 5 per quelli di 30-35 kg; nei bambini di peso superiore non sipotranno comunque superare le 6 supposte. Adolescenti (12-18 anni) eadulti. Una supposta da 500 mg ogni 4-6 ore (mai meno di 4 ore tra unae l'altra). Non superare le 6 supposte nelle 24 ore. Durata del trattamento. In genere le comuni cause di febbre o dolore si risolvono rapidamente. Consultare il medico se i disturbi durano piu' di tre giorni.ACETAMOL BAMBINI 250 mg supposte. Usare il farmaco solo dopo aver consultato il medico e rispettare le sue prescrizioni circa le dosi e ladurata del trattamento. Bambini da 2 a 8 anni e di peso superiore ai 12 kg. Una supposta da 250 mg ogni 4-6 ore (mai meno di 4 ore tra una el'altra). Il numero massimo di supposte nelle 24 ore e' di 4 per i bambini di 12-15 kg e 5 per quelli di 15-18 kg; nei bambini di peso superiore non si potranno comunque superare le 6 supposte. ACETAMOL PRIMAINFANZIA 125 mg supposte. Usare il farmaco solo dopo aver consultato il medico e rispettare le sue prescrizioni circa le dosi e la durata del trattamento. Bambini da 3 a 24 mesi e di peso superiore ai 6 kg. Unasupposta da 125 mg ogni 4-6 ore (mai meno di 4 ore tra una e l'altra). Il numero massimo di supposte nelle 24 ore e' di 4 per i bambini di6-7 kg e 5 per quelli di 7-8 kg; nei bambini di peso superiore non sipotranno comunque superare le 6 supposte.

AVVERTENZE:

Bambini. Consultare il medico prima di somministrare il farmaco ad unbambino. Adolescenti (12-18 anni) e adulti. Consultare il medico se lacausa del dolore o della febbre e' dubbia o dopo tre giorni di trattamento senza risultati apprezzabili. Per evitare tossicita' anche a dosi terapeutiche del paracetamolo, i dosaggi proposti devono essere ridotti in caso di consumo eccessivo di alcool, digiuno o scarso stato nutritivo. In tali situazioni, e' opportuno consultare il medico. Dosi elevate o prolungate del prodotto possono provocare una epatopatia ad alto rischio ed alterazioni a carico del rene e del sangue, anche gravi.Somministrare con cautela nei soggetti con insufficienza renale o epatica. Usare con cautela nei soggetti con carenza di glucosio-6-fosfatodeidrogenasi. Durante il trattamento con paracetamolo prima di assumere qualsiasi altro farmaco controllare che non contenga lo stesso principio attivo, poiche' se il paracetamolo e' assunto in dosi elevate sipossono verificare gravi reazioni avverse. Invitare il paziente a contattare il medico prima di associare qualsiasi altro farmaco. Nel corso di terapia con anticoagulanti orali si consiglia di ridurre le dosi.Non assumere il medicinale insieme ad altri analgesici, antipireticio antinfiammatori non steroidei. Nei rari casi di reazioni allergiche,la somministrazione deve essere sospesa e deve essere istituito un idoneo trattamento. Le bustine e lo sciroppo contengono zucchero: di cio' si tenga conto nel caso di somministrazione a soggetti diabetici oin corso di diete ipocaloriche.

INTERAZIONI:

Il farmaco deve essere usato con cautela in pazienti in terapia con tranquillanti, antidepressivi e nei soggetti che fanno abuso di alcool.Usare con estrema cautela e sotto stretto controllo durante il trattamento cronico con farmaci che possono determinare l'induzione delle monossigenasi epatiche o in caso di esposizione a sostanze che possono avere tale effetto (per esempio rifampicina, cimetidina, antiepiletticiquali glutetimmide, fenobarbital, carbamazepina). La somministrazionedi paracetamolo puo' interferire con la determinazione della uricemia(mediante il metodo dell'acido fosfo-tungstico) e con quella della glicemia (mediante il metodo della glucosio-ossidasi-perossidasi).

EFFETTI INDESIDERATI:

Con l'uso di paracetamolo sono state segnalate reazioni cutanee di vario tipo e gravita' inclusi casi di eritema multiforme, sindrome di Stevens Johnson e necrolisi epidermica. Sono state segnalate reazioni diipersensibilita' quali ad esempio angioedema, edema della laringe, shock anafilattico. Inoltre sono stati segnalati i seguenti effetti indesiderati: trombocitopenia, leucopenia, anemia, agranulocitosi, alterazioni della funzionalita' epatica ed epatiti, alterazioni a carico del rene (insufficienza renale acuta, nefrite interstiziale, ematuria, anuria), reazioni gastrointestinali e vertigini. In caso di iperdosaggio il paracetamolo puo' provocare citolisi epatica che puo' evolvere versola necrosi massiva ed irreversibile.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:

Nonostante studi clinici in pazienti gravide o in allattamento non abbiano rilevato particolari controindicazioni all'uso di Paracetamolo, ne' provocato effetti indesiderati a carico della madre o del bambino,si consiglia di somministrare il prodotto solo in casi di effettiva necessita' e sotto il diretto controllo del medico.