Acef im

Acef im è indicato per il trattamento di:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

Cefalosporina ad ampio spettro e bassa tossicita', attiva sui germiGram positivi e Gram negativi (compresi: E.coli, Klebsiella pneumo-niae, Proteus mirabilis, Haemofilus inf., Salmonella, Shigella, Neis-ria meningitidis, N.gonorreae).Non e'attivo nei confronti di stafilococchi meticillinoresistenti.E' ottimamente assorbito per via intramuscolare, per tale via l'assor-bimento e'piu'lento ma piu' completo rispetto alle altre cefalospori-ne.

INDICAZIONI:

Trattamento delle infezioni da germi sensibili, delle vie respiratoriedell'apparato urogenitale, delle ossa e delle articolazioni, dell'ap-parato digerente, della pelle e dei tessuti molli e di altre infezionicome setticemie, batteriemie, peritoniti, sepsi puerperali, endocardi-ti, meningiti.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:

Allergia alle cefalosporine e alle penicilline, grave insufficienzarenale, gravidanza, allattamento, primissima infanzia.

POSOLOGIA:

ADULTI: Salvo diversa prescrizione medica, la dose suggerita e' di 1-2grammi al giorno suddivisi in 2 somministrazioni ugualmente distanziate. BAMBINI: Salvo diversa prescrizione medica, la dose suggerita neibambini con peso inferiore ai 40 Kg, e' compresa tra 30 e 50 mg/Kg/die, suddivisa in 2 somministrazioni ugualmente distanziate. Nel trattamento delle infezioni molto gravi la posologia puo' essere aumentata a giudizio del medico. Acef deve essere somministrato per via intramuscolare. Dopo aver introdotto il solvente adatto agitare il flaconcino fino ad ottenere una completa soluzione del contenuto.

INTERAZIONI:

Non somministrare insieme ad altri farmaci nefrotossici (kanamicina,streptomicina, vancomicina, polimixina, colistina, neomicina, gentami-cina). La somministrazione delle cefalosporine puo' interferire con irisultati di alcune prove di laboratorio (falsa positivita' della gli-cosuria con i metodi di Fehling, Benedict e Clinitest).

EFFETTI INDESIDERATI:

Nausea, vomito, diarrea, rash cutanei, dolori addominali, pirosi ga-strica, glossite. Piu' raramente: eruzioni cutanee, prurito, orticariae artralgie. Occasionalmente: eosinofilia, leucopenia, neutropenia,aumento delle transaminasi, della bilirubina totale e dell'azotemia,anemia emolitica, vertigini, senso di costrizione toracica, vaginiteda Candida.